Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

COSA BEVO

Il Pinot Nero
che parla toscano

Se pensate che il Pinot Nero possa parlare solo il francese di Borgogna allora potere evitare di leggere queste poche righe. Per noi che non siamo ortodossi (non lo siamo nella vita, figuriamoci quando scriviamo di vino) il Pinot Nero parla altre lingue e lo fa anche con disinvoltura in varie parti del mondo. È un vitigno capriccioso, seduttivo, intrigante, sfuggente, dal quale si producono vini eleganti, preziosi e mai ruffiani. Accade così anche in Toscana per il Cabreo Black prodotto dalle Tenute di Ambrogio e Giovanni Folonari, storica cantina di Greve in Chianti. Famosi per il Cabreo e tante altre etichette, l'azienda dei Folonari si cimenta così per la prima volta nella produzione di un Pinot Nero. Poche bottiglie, prima annata di produzione il 2006, uva raccolta nelle colline di Panzano, il Black unisce le virtù del Pinot nero con una certa espressione toscana di un territorio che è quello del Chianti e del Sangiovese. Se cede un tantino sul versante dell'eleganza acquista il passo invece su quello della complessità. Mai stancante. Niente barrique - non ce n'è bisogno, obiettivamente - ma solo tonneaux non nuovi. Per un anno. E poi un altro anno di bottiglia. Ma potrebbero essere di più. Spezie e una punta di liquirizia al naso, avvolgente e morbido in bocca con tannini che si distinguono per la classe. Costa sui 25 euro. Per una serata elegante.
 

F.C.

COSA BEVO

Il Pinot Nero
che parla toscano

Se pensate che il Pinot Nero possa parlare solo il francese di Borgogna allora potere evitare di leggere queste poche righe. Per noi che non siamo ortodossi (non lo siamo nella vita, figuriamoci quando scriviamo di vino) il Pinot Nero parla altre lingue e lo fa anche con disinvoltura in varie parti del mondo. È un vitigno capriccioso, seduttivo, intrigante, sfuggente, dal quale si producono vini eleganti, preziosi e mai ruffiani. Accade così anche in Toscana per il Cabreo Black prodotto dalle Tenute di Ambrogio e Giovanni Folonari, storica cantina di Greve in Chianti. Famosi per il Cabreo e tante altre etichette, l'azienda dei Folonari si cimenta così per la prima volta nella produzione di un Pinot Nero. Poche bottiglie, prima annata di produzione il 2006, uva raccolta nelle colline di Panzano, il Black unisce le virtù del Pinot nero con una certa espressione toscana di un territorio che è quello del Chianti e del Sangiovese. Se cede un tantino sul versante dell'eleganza acquista il passo invece su quello della complessità. Mai stancante. Niente barrique - non ce n'è bisogno, obiettivamente - ma solo tonneaux non nuovi. Per un anno. E poi un altro anno di bottiglia. Ma potrebbero essere di più. Spezie e una punta di liquirizia al naso, avvolgente e morbido in bocca con tannini che si distinguono per la classe. Costa sui 25 euro. Per una serata elegante.
 

F.C.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Carmine di Donna

www.carminedidonna.it

3) Bignè con croccante e crema pasticcera

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search