Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Cosa bevo
di Redazione
    COSA BEVO

Un Barbera senza complessi…

barberagiacomoconterno.jpgQuando si parla di barbera si pensa comunemente a un vino rustico, poco elegante, un parente povero insomma degli austeri vini da nebbiolo, primi tra tutti il barolo e il barbaresco. Ma questo vitigno, allevato in un adatto terroir, è capace di dare vini di grande struttura e intensità, in grado di rivaleggiare con tutti i grandi rossi italiani.
Il vino in oggetto, pur essendo considerato il terzo vino di una storica cantina delle Langhe, l’azienda agricola Giacomo Conterno di Manforte d’Alba (Cuneo), è un barbera ricco e suadente, che esprime bene le caratteristiche della Doc che rappresenta. All’esame visivo si presenta di un colore rosso rubino profondo, con archetti pronunciati e unghia brillante; ampio e pulito il bouquet, con note di mora, lampone, prugna e sentori di violetta, e con gradevoli profumi speziati e balsamici tra i quali si distingue con evidenza il pepe nero. All’assaggio prevale una acidità sovrabbondante, tipica del vitigno, che si stempera appena grazie all’apporto di morbidi tannini e del buon tenore alcolico ma che probabilmente andrà attenuandosi con il passare del tempo. Buono il finale, di lunga persistenza, che lascia la bocca pulita e asciutta.
È perfetto con le pappardelle al sugo di lepre e con brasati e stufati di carne e selvaggina. Costa circa 24 euro.


Gaspare Mazzara
    COSA BEVO

Un Barbera senza complessi…

barberagiacomoconterno.jpgQuando si parla di barbera si pensa comunemente a un vino rustico, poco elegante, un parente povero insomma degli austeri vini da nebbiolo, primi tra tutti il barolo e il barbaresco. Ma questo vitigno, allevato in un adatto terroir, è capace di dare vini di grande struttura e intensità, in grado di rivaleggiare con tutti i grandi rossi italiani.
Il vino in oggetto, pur essendo considerato il terzo vino di una storica cantina delle Langhe, l’azienda agricola Giacomo Conterno di Manforte d’Alba (Cuneo), è un barbera ricco e suadente, che esprime bene le caratteristiche della Doc che rappresenta. All’esame visivo si presenta di un colore rosso rubino profondo, con archetti pronunciati e unghia brillante; ampio e pulito il bouquet, con note di mora, lampone, prugna e sentori di violetta, e con gradevoli profumi speziati e balsamici tra i quali si distingue con evidenza il pepe nero. All’assaggio prevale una acidità sovrabbondante, tipica del vitigno, che si stempera appena grazie all’apporto di morbidi tannini e del buon tenore alcolico ma che probabilmente andrà attenuandosi con il passare del tempo. Buono il finale, di lunga persistenza, che lascia la bocca pulita e asciutta.
È perfetto con le pappardelle al sugo di lepre e con brasati e stufati di carne e selvaggina. Costa circa 24 euro.


Gaspare Mazzara

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

GLI APPUNTAMENTI

LE RICETTE DEGLI CHEF

Maurizio Albarello
Trattoria Antica Torre
Barbaresco (Cn)

Stefano Mazzone

Grand Hotel Quisisana

Capri (Na)

2) Tortelli di cipolle al burro di acciughe e pecorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search