Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Cosa leggo il 25 Maggio2017


(Il battesimo di Cristo della bottega del Verrocchio)

di Giovanni Franco

In controluce in una sfera di cristallo. Sembra il protagonista del film di fantascienza "L'uomo che visse nel futuro (The Time Machine)" diretto dal regista George Pal.

In quella memorabile pellicola, come si diceva prima dell'avvento del digitale, il protagonista viaggia nel tempo per potere comprendere meglio il domani. E così quasi allo stesso modo, Oscar Farinetti, compie una simile operazione nel libro "Ricordiamoci il futuro" (Edizioni Feltrinelli; pag.149; 15 euro), che verrà presentato a Palermo il prossimo 30 maggio. L'iniziativa, organizzata da Feltrinelli Editore e Cronache di Gusto è prevista alle 18 nelle Fabbriche Sandron in via Giovanni Ferro Luzzi. Con questo libro il fondatore di Eataly torna sui grandi temi che gli stanno a cuore: quelli della biodiversità e dell'eccellenza italiana nel campo agroalimentare. Sette storie e un riassunto. Da leggere con calma, suggerisce l'autore: "Magari una storia al giorno. Poi l'ottavo giorno leggete il riassunto". I racconti si ispirano alla forma delle operette morali con personaggi spesso appartenenti a epoche diverse - da Noè a Fabio Brescacin di NaturaSì, da Plinio il Vecchio a Tonino Guerra, da Hemingway ad Alice, "acciuga filosofa" - dialogano sulla scoperta del fuoco, ripercorrono la storia dell'agricoltura, raccontano la storia del vino, della birra, dell'olio e quella della pesca, si interrogano sul rapporto fra gli uomini e gli animali e provano a immaginare un futuro sostenibile. Farinetti condensa queste storie millenarie l'origine delle diverse colture e le scoperte che le riguardano, trattate con l'occhio attento e rispettoso di chi crede fermamente nell'innovazione così come nell'importanza della tradizione.

Il racconto lungo di chiusura ci porta nel Rinascimento attraverso il dipinto "Il battesimo di Cristo della bottega del Verrocchio". In un ripetuto confronto fra il presente e quel florido passato emerge la necessità di abbandonare le lamentele verso le storture del presente e diventare i primi protagonisti del cambiamento. A suggello del libro un "riassunto" dal Big Bang ai giorni nostri, una riflessione che ci invita a un modello sociale ed economico basato su un nuovo rapporto con la natura e tra noi uomini, in cui la parola chiave sia "rispetto". Il libro si apre con la storia Dorothy, una ragazza di 14 anni, vissuta un milione e mezzo di anni in un periodo storico che si chiama Pleistocene, nell'Africa orientale. E alla prese con la scoperta del fuoco. "Il mio principale lavoro è fare il droghiere - scrive Farinetti - dunque sono consapevole di prestare il fianco alle critiche da parte di chi lo scrittore oppure lo fa di mestiere. Li comprendo, ma vorrei che non me ne volessero troppo, già mi succede di essere antipatico a me stesso...".

E aggiunge: "Ho deciso di raccontare da dove arriviamo, per cercare di capire dove andiamo. Dobbiamo smettere di pensare che comportarsi bene sia noioso, da sfigati. È più figo fare la raccolta differenziata e parcheggiare in modo corretto, riciclare e prendersi cura della sostenibilità". Alla fine, si scopre che il vero protagonista del libro è Leonardo Da Vinci, "il re dei generici, ma che a differenza di noi mediocri, sapeva mettere il suo immenso genio in ogni cosa che faceva".

Ricordiamoci il futuro
(Sette storie e un riassunto)
Oscar Farinetti
162 pagine
Feltrinelli
15 euro

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Lacalamita

Lula pane e dessert

Trani (Bt)

1) Tartelletta di stagione

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search