Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Cosa leggo il 19 Novembre2022

Cinquantadue storie, 52 apologhi.

Sono biografie minime o vite esemplari, ricordi di famiglia o grandi esempi della storia. Oscar Farinetti, imprenditore piemontese, col suo nuovo libro, esalta il potere vivificante delle scelte. Giuste, storte, disastrose, dolorose, rovinose, azzeccate: ma necessarie. Lui nel mondo imprenditoriale le ha compiute, ha sbagliato, ha centrato, ha vinto. Come dire, che anche la sconfitta fa parte del conto. Col suo carico di successi è diventato uno dei volti più rappresentativi del "made in Italy". Una parola calza a pennello nel suo caso: ottimismo. Anche nei periodo in cui le cose non giravano bene, lui conservava speranza e ottimismo. E quando fu a capo di Unieuro, convinse il poeta Tonino Guerra a girare uno spot per il suo marchio in cui gridava “L’ottimismo è il profumo della vita”. Un marchio di fabbrica.

E anche stavolta, in fondo, Farinetti, con questo suo “È nata prima la gallina… forse” (Slow food editore, 285 pagine, 18,80 euro) vuole ingranare la marcia dell’ottimismo come uno dei motori in rado di spingere il mondo. Racconta le vite degli altri per raccontare la sua. Forse avviene sempre così, in qualche modo, quando si mette mano alla penna. Ma qui, insomma, a ogni pagina, in ogni gesto raccontato, sembra intravedersi la filosofia che ha ispirato la sua vita. A cominciare dal titolo, dal dilemma dei dilemmi. Per Farinetti è nata prima la gallina. E la scelta ha ragioni che hanno a che fare col movimento, con la vita, con l’irrequietezza. L’uovo, invece, è fermo, statico, forse persino morto. Farinetti racconta la fiducia e la vergogna di un’Italia andata, attraverso il gesto di sua nonna Teresa che lo mandava a comprare il latte dalla lattaia con una bottiglia di vetro usata e senza soldi in mano. Al tempo, ragiona l’imprenditore, ci si fidava e allo stesso tempo si aveva vergogna a non pagare i debiti. I racconti hanno a che fare col cibo, col vino, con le donne, con la storia, con l’amore, con i sogni, coi rimpianti.

"Dentro ci troverete Napoleone e mia nonna Teresa, Socrate e il mio nipotino Paolo, Leonardo da Vinci e un postino delle Langhe. A un certo punto prenderà la parola una carota di Polignano a Mare". Sapere cogliere le occasioni e avere fiducia rappresentano le altre vere lezioni che si alzano da queste pagine. Leggetevi la storia di Jules Emile Planchon, dei suoi studi sulla fillossera e di come l’Italia non abbia saputo approfittarne in tempo per… diffidenza; oppure, nel racconto “Come una biglia”, la geniale e malinconica epopea di László Bíró alla quale fa da controcanto quella sfolgorante e intraprendente di Marcel Bich ci consegnano un mantra: perseverate.

Giancarlo Macaluso

È nata prima la gallina…forse
Autore: Oscar Farinetti
Slow food editore
Pagine 285
Prezzo: 18,80 euro

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Carmine di Donna

www.carminedidonna.it

2) Babà

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search