Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Cosa leggo il 27 Novembre 2008
di

COSA LEGGO

Sua maestà peperoncino

Un inno al peperoncino che diventa un vero e proprio sovrano della nostra gastronomia. Dalla cucina indiana a quella messicana, e in tanti altri Paesi ancora, è un must nelle ricette e nelle pietanze. Una spezie, una marcia in più al cibo, quasi uno stile di vita. Monica Giunchiglia, giornalista, di origini campane, ma romana d'adozione, ne è una sostenitrice, così tanto da aver scritto un libro che ne esalta le caratteristiche. Già il titolo non lascia dubbi: «Re di sapori, il peperoncino protagonista di ricordi, passioni e sentimenti» (496 pagine, 22 euro, Marco Tropea editore). Un volume che è anche un ricettario, ben 842 proposte, per non lasciarsi sfuggire il peperoncino in nessuna occasione. Ma le ricette che condiscono il libro - bisogna aggiungere - non provengono solo dall'Italia ma, praticamente, da tutto il mondo. Frutto dei tanti viaggi dell'autrice che davvero ha girato in lungo e in largo registrando storie, aneddoti, racconti, dove il peperoncino, tante le varietà esistenti, regna incontrastato. Lungo l'elenco dei pregi del «re dei sapori».
Secondo il filosofo Tommaso Campanella, da buon calabrese qual era, combatte l'ipertensione, la caduta dei capelli... E poi come non possiamo non citare le virtù afrodisiache, tanto che il peperoncino è anche chiamato «viagra dei poveri», polvere di erotismo, tanto da fare dire all’autrice: “Mangia-peperoncino-e-ogni-donna-sarà-tua”.
Ma qui è l’aspetto culinario che prende il sopravvento e i tanti viaggi della Giunchiglia. Gli aneddoti e le tante ricette. La maggior parte molto semplici dove però il peperoncino c’è sempre. Dai samosa di verdure, spezzafame molto diffusi in India al gulash al paiolo (già, l’Ungheria, un paese del Nord tra i pochi dove il peperoncino - la paprika - è molto diffuso); dal nasello al forno (secondo una ricetta del sud est asiatico) all’Hummus libanese. E ancora dallo stufato caraibico al messicano mole di pollo. E così via. Piatti forti, sapori intensi, il mondo in bocca. L’ultima parte è dedicata all’Italia con un capitolo tutto dedicato alla Sicilia che si apre con la cronaca di un’abbuffata e un eccellente stracotto alla catanese, semplice e succulento per finire al cioccolato modicano che come gli atzechi, sanno mettere insieme il cacao col peperoncino. Piccolo esempio di come il peperoncino stia bene quasi ovunque. Dal salato al dolce.
 

F. C.

COSA LEGGO

Sua maestà peperoncino

Un inno al peperoncino che diventa un vero e proprio sovrano della nostra gastronomia. Dalla cucina indiana a quella messicana, e in tanti altri Paesi ancora, è un must nelle ricette e nelle pietanze. Una spezie, una marcia in più al cibo, quasi uno stile di vita. Monica Giunchiglia, giornalista, di origini campane, ma romana d'adozione, ne è una sostenitrice, così tanto da aver scritto un libro che ne esalta le caratteristiche. Già il titolo non lascia dubbi: «Re di sapori, il peperoncino protagonista di ricordi, passioni e sentimenti» (496 pagine, 22 euro, Marco Tropea editore). Un volume che è anche un ricettario, ben 842 proposte, per non lasciarsi sfuggire il peperoncino in nessuna occasione. Ma le ricette che condiscono il libro - bisogna aggiungere - non provengono solo dall'Italia ma, praticamente, da tutto il mondo. Frutto dei tanti viaggi dell'autrice che davvero ha girato in lungo e in largo registrando storie, aneddoti, racconti, dove il peperoncino, tante le varietà esistenti, regna incontrastato. Lungo l'elenco dei pregi del «re dei sapori».
Secondo il filosofo Tommaso Campanella, da buon calabrese qual era, combatte l'ipertensione, la caduta dei capelli... E poi come non possiamo non citare le virtù afrodisiache, tanto che il peperoncino è anche chiamato «viagra dei poveri», polvere di erotismo, tanto da fare dire all’autrice: “Mangia-peperoncino-e-ogni-donna-sarà-tua”.
Ma qui è l’aspetto culinario che prende il sopravvento e i tanti viaggi della Giunchiglia. Gli aneddoti e le tante ricette. La maggior parte molto semplici dove però il peperoncino c’è sempre. Dai samosa di verdure, spezzafame molto diffusi in India al gulash al paiolo (già, l’Ungheria, un paese del Nord tra i pochi dove il peperoncino - la paprika - è molto diffuso); dal nasello al forno (secondo una ricetta del sud est asiatico) all’Hummus libanese. E ancora dallo stufato caraibico al messicano mole di pollo. E così via. Piatti forti, sapori intensi, il mondo in bocca. L’ultima parte è dedicata all’Italia con un capitolo tutto dedicato alla Sicilia che si apre con la cronaca di un’abbuffata e un eccellente stracotto alla catanese, semplice e succulento per finire al cioccolato modicano che come gli atzechi, sanno mettere insieme il cacao col peperoncino. Piccolo esempio di come il peperoncino stia bene quasi ovunque. Dal salato al dolce.
 

F. C.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search