Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Contributors

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano

Roberto Chifari

Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco

Annalucia Galeone
Federica Genovese

Clarissa Iraci

Francesca Landolina

Federico Latteri
Irene Marcianò

Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi

Clara Minissale

Fiammetta Parodi

Geraldine Pedrotti

Stefania Petrotta

Michele Pizzillo

Fabiola Pulieri
Enzo Raneri

Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita

Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione
eventi
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Cosa leggo il 04 Novembre 2009
di Redazione

Viaggio tra sapori
e saperi

Un libro di gastronomia: ricettario, saggio, raccolta di aneddoti e compendio di saperi popolari. La Gola di Marino Marini (Food Editore) è tutto questo insieme. Ci si domanda: ma ce n'era bisogno?
In un panorama editoriale spesso pletorico questo volume senza pretese enciclopediche racconta semplicemente la cucina. Quella delle regioni, tradizionale, rinnovata, fattibile. È il libro giusto per chi ama il cibo, apprezza i piatti tradizionali, è curioso di sapori e di saperi. Viaggio tra sapori, storie e ricette d'Italia recita il sottotitolo e infatti chi legge percorre le regioni del Buon Paese, attraversando le diverse portate canoniche: antipasti, salumi, primi piatti, carni e pesci, dolci e anche caffè e ammazzacaffè. Un pranzo completo raccontato da un commensale colto e arguto, che riesce a interessare senza essere pedante, ma anzi ironico e leggero.  La struttura è questa: tredici capitoli che descrivono ognuno una tipologia di preparazioni raggruppate sotto una stessa logica o, meglio, portata. Tra divagazioni storiche, riferimenti a personaggi antichi e di oggi, credenze popolari, consigli utili si racconta il perché e il percome di una certa pietanza. E poi si arriva al dunque, cioè alla ricetta, di cui spesso si danno diverse versioni, da quella storica e magari non più riproducibile a quella moderna, pensata per le nostre cucine e i tempi dell'attualità. Con il contributo eclettico e innovativo del grande cuoco oppure nella semplicità della preparazione casalinga.
Questo libro di Marino Marini insomma si può leggere dall'inizio alla fine come un trattatello divertente, ma si può anche tenere a portata di mano sulla credenza della cucina, per sperimentare dal vero. Le pagine infatti hanno utilissimi rimandi a margine che rendono facile e immediata la ricerca di una ricetta, di un autore.
Sottotraccia, si intravedono le classiche fonti d'ispirazione del libello: dall'Artusi a Dumas, fino a Guarnaschelli Gotti. E il titolo non per caso evoca quella rivista - La Gola appunto - che intorno agli anni Ottanta in quel di Milano raggruppava le migliori energie intellettuali da cui la gastronomia come materia culturale ha poi tratto legittimità e orgoglio.

Paola Nano

Viaggio tra sapori
e saperi

Un libro di gastronomia: ricettario, saggio, raccolta di aneddoti e compendio di saperi popolari. La Gola di Marino Marini (Food Editore) è tutto questo insieme. Ci si domanda: ma ce n'era bisogno?
In un panorama editoriale spesso pletorico questo volume senza pretese enciclopediche racconta semplicemente la cucina. Quella delle regioni, tradizionale, rinnovata, fattibile. È il libro giusto per chi ama il cibo, apprezza i piatti tradizionali, è curioso di sapori e di saperi. Viaggio tra sapori, storie e ricette d'Italia recita il sottotitolo e infatti chi legge percorre le regioni del Buon Paese, attraversando le diverse portate canoniche: antipasti, salumi, primi piatti, carni e pesci, dolci e anche caffè e ammazzacaffè. Un pranzo completo raccontato da un commensale colto e arguto, che riesce a interessare senza essere pedante, ma anzi ironico e leggero.  La struttura è questa: tredici capitoli che descrivono ognuno una tipologia di preparazioni raggruppate sotto una stessa logica o, meglio, portata. Tra divagazioni storiche, riferimenti a personaggi antichi e di oggi, credenze popolari, consigli utili si racconta il perché e il percome di una certa pietanza. E poi si arriva al dunque, cioè alla ricetta, di cui spesso si danno diverse versioni, da quella storica e magari non più riproducibile a quella moderna, pensata per le nostre cucine e i tempi dell'attualità. Con il contributo eclettico e innovativo del grande cuoco oppure nella semplicità della preparazione casalinga.
Questo libro di Marino Marini insomma si può leggere dall'inizio alla fine come un trattatello divertente, ma si può anche tenere a portata di mano sulla credenza della cucina, per sperimentare dal vero. Le pagine infatti hanno utilissimi rimandi a margine che rendono facile e immediata la ricerca di una ricetta, di un autore.
Sottotraccia, si intravedono le classiche fonti d'ispirazione del libello: dall'Artusi a Dumas, fino a Guarnaschelli Gotti. E il titolo non per caso evoca quella rivista - La Gola appunto - che intorno agli anni Ottanta in quel di Milano raggruppava le migliori energie intellettuali da cui la gastronomia come materia culturale ha poi tratto legittimità e orgoglio.

Paola Nano


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search