Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

    DOVE DORMO

"Casa Talia" Un B&B a Modica nel vecchio ghetto degli ebrei: vale una visita

Colori e profumi
nel regno del Barocco


C'era una volta il «Cartellone», il vecchio ghetto abitato fino al quindicesimo secolo dagli Ebrei di Modica, quartiere abbandonato e degradato, dal fascino inalterato tutto da scoprire, e c'era anche una giovane coppia di architetti milanesi che, non avendo più voglia di abitare in una grande città, era alla ricerca del posto ideale per vivere e far crescere i figli. Sembra l'incipit di una fiaba e forse lo è stato veramente, complice la luna piena in una calda notte d'estate e un belvedere con vista mozzafiato sulle stupende chiese barocche nel centro di Modica.
Quello che è certo è che è stato l'inizio di una nuova vita per Marco Giunta e Viviana Hassad e, allo stesso tempo, ha segnato la rinascita di un quartiere della città Iblea il cui destino sembrava essere inesorabilmente quello del degrado e dell'oblio.
All'inizio l'intenzione della coppia di architetti era quella di acquistare una costruzione da ristrutturare e utilizzare come casa per le vacanze. Poi la bellezza e la suggestione dei luoghi, la piacevolezza di abitare in una cittadina ricca di storia e di monumenti, riconosciuta dall'Unesco patrimonio dell'umanità, l'affabilità dei modicani e, non ultimo, il clima mite, hanno conquistato Marco e Viviana che cinque anni fa hanno deciso di trasferirsi stabilmente a Modica.
Il progetto lavorativo ha portato all'apertura di «Casa Talia». Dimora affascinante e originale, è un bed and breakfast all'insegna dello slowliving, del vivere lento contrapposto alla vita frenetica delle città, caratterizzata da atmosfere che richiamano alla mente l'idea di «mediterraneità».
Le stanze sono quattro e hanno nomi e colori che evocano suggestioni mediterranee: quella del cedro, caratterizzata dai colori giallo, verde chiaro e dalle tonalità calde del legno chiaro; quella delle zagare, dal decoro tipico siciliano; quella del mediterraneo, caratterizzata dai colori blu e bianco e, infine, quella dello scirocco, con riferimenti etnici che rimandano all'arredamento delle case marocchine. A «Casa Talia» il momento della colazione è fondamentale e tutto ciò che la riguarda è fatto con la massima cura e attenzione. La colazione a base di frutta di stagione avviene in giardino, in mezzo alle piante, su quello che si può considerare un belvedere con vista sulla chiesa di San Pietro, sul duomo di San Giorgio, sul corso Umberto. Viviana prepara anche delle torte casalinghe e delle confetture a base di pomodorini pachino, uva, arance amare, fichi. Ci sono anche i dolcetti tipici della tradizione modicana, come «nucatoli» e «'mpanatigghie» e il famoso cioccolato modicano lavorato con l'antica ricetta atzeca.

Annalisa Sagona


B&B Casa Talia
Via Exaudinos, 1-9
Modica (rg)
Tel. 0932.752075 cell.3355486656
120 euro la doppia
100 euro la doppia uso singola

    DOVE DORMO

"Casa Talia" Un B&B a Modica nel vecchio ghetto degli ebrei: vale una visita

Colori e profumi
nel regno del Barocco


C'era una volta il «Cartellone», il vecchio ghetto abitato fino al quindicesimo secolo dagli Ebrei di Modica, quartiere abbandonato e degradato, dal fascino inalterato tutto da scoprire, e c'era anche una giovane coppia di architetti milanesi che, non avendo più voglia di abitare in una grande città, era alla ricerca del posto ideale per vivere e far crescere i figli. Sembra l'incipit di una fiaba e forse lo è stato veramente, complice la luna piena in una calda notte d'estate e un belvedere con vista mozzafiato sulle stupende chiese barocche nel centro di Modica.
Quello che è certo è che è stato l'inizio di una nuova vita per Marco Giunta e Viviana Hassad e, allo stesso tempo, ha segnato la rinascita di un quartiere della città Iblea il cui destino sembrava essere inesorabilmente quello del degrado e dell'oblio.
All'inizio l'intenzione della coppia di architetti era quella di acquistare una costruzione da ristrutturare e utilizzare come casa per le vacanze. Poi la bellezza e la suggestione dei luoghi, la piacevolezza di abitare in una cittadina ricca di storia e di monumenti, riconosciuta dall'Unesco patrimonio dell'umanità, l'affabilità dei modicani e, non ultimo, il clima mite, hanno conquistato Marco e Viviana che cinque anni fa hanno deciso di trasferirsi stabilmente a Modica.
Il progetto lavorativo ha portato all'apertura di «Casa Talia». Dimora affascinante e originale, è un bed and breakfast all'insegna dello slowliving, del vivere lento contrapposto alla vita frenetica delle città, caratterizzata da atmosfere che richiamano alla mente l'idea di «mediterraneità».
Le stanze sono quattro e hanno nomi e colori che evocano suggestioni mediterranee: quella del cedro, caratterizzata dai colori giallo, verde chiaro e dalle tonalità calde del legno chiaro; quella delle zagare, dal decoro tipico siciliano; quella del mediterraneo, caratterizzata dai colori blu e bianco e, infine, quella dello scirocco, con riferimenti etnici che rimandano all'arredamento delle case marocchine. A «Casa Talia» il momento della colazione è fondamentale e tutto ciò che la riguarda è fatto con la massima cura e attenzione. La colazione a base di frutta di stagione avviene in giardino, in mezzo alle piante, su quello che si può considerare un belvedere con vista sulla chiesa di San Pietro, sul duomo di San Giorgio, sul corso Umberto. Viviana prepara anche delle torte casalinghe e delle confetture a base di pomodorini pachino, uva, arance amare, fichi. Ci sono anche i dolcetti tipici della tradizione modicana, come «nucatoli» e «'mpanatigghie» e il famoso cioccolato modicano lavorato con l'antica ricetta atzeca.

Annalisa Sagona


B&B Casa Talia
Via Exaudinos, 1-9
Modica (rg)
Tel. 0932.752075 cell.3355486656
120 euro la doppia
100 euro la doppia uso singola

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Carmine di Donna

www.carminedidonna.it

3) Bignè con croccante e crema pasticcera

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search