Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Dove dormo il 10 Giugno 2010
di Redazione

DOVE DORMO

Soggiorno nella Doc Monreale

Nel territorio della Doc Monreale e della Doc Alcamo il vino diventa una dimensione da vivere in un relax senza tempo. Accade al Wine Resort della tenuta Marchesi de Gregorio, in un tipico baglio del 1730 in contrada Sirignano. Tra botti, vigneti ed uliveti, la cantina offre un soggiorno negli alloggi del baglio, quelli dove un tempo riposavano i contadini. Totale 30 posti letto. Piccoli corpi dove non solo la memoria e la storia di questo luogo pervade l'atmosfera, ma dove il vino scandisce ritmi, architetture e colori. Ed ecco che dipinte di giallo e di rosso sono le casette dedicate ai vini dell'azienda. Di blu quelle dedicate al Gregorio Maximo, una delle etichette dell'azienda. Assieme  a sonni inebrianti non manca il piacere della tavola che regala rivisitazioni dei piatti della tradizione campestre. Prodotti di campagna che nel menu di degustazione si susseguono in abbinamento ai vini della cantina. Ma la vacanza di de Gregorio non finisce a tavola. Nella tenuta da visitare c'è anche un museo dedicate all'arte contadina, dove in esposizione ci sono tutti gli attrezzi agricoli di un tempo rinvenuti nella tenuta. Opere d'artigianato per ripercorrere i capitoli della storia enologica e agricola di questo luogo e per comprendere le origini di questi vini. Un tributo ad un passato che il produttore ha gelosamente custodito e che ha voluto perpetuare con orgoglio nei suoi vigneti, tutti coltivati rigorosamente in biologico.

Manuela Laiacona
 

Per pernottare ed informazioni:
tel. 091 781 6870;
e mail – c.giunta@marchesidegregorio.it

DOVE DORMO

Soggiorno nella Doc Monreale

Nel territorio della Doc Monreale e della Doc Alcamo il vino diventa una dimensione da vivere in un relax senza tempo. Accade al Wine Resort della tenuta Marchesi de Gregorio, in un tipico baglio del 1730 in contrada Sirignano. Tra botti, vigneti ed uliveti, la cantina offre un soggiorno negli alloggi del baglio, quelli dove un tempo riposavano i contadini. Totale 30 posti letto. Piccoli corpi dove non solo la memoria e la storia di questo luogo pervade l'atmosfera, ma dove il vino scandisce ritmi, architetture e colori. Ed ecco che dipinte di giallo e di rosso sono le casette dedicate ai vini dell'azienda. Di blu quelle dedicate al Gregorio Maximo, una delle etichette dell'azienda. Assieme  a sonni inebrianti non manca il piacere della tavola che regala rivisitazioni dei piatti della tradizione campestre. Prodotti di campagna che nel menu di degustazione si susseguono in abbinamento ai vini della cantina. Ma la vacanza di de Gregorio non finisce a tavola. Nella tenuta da visitare c'è anche un museo dedicate all'arte contadina, dove in esposizione ci sono tutti gli attrezzi agricoli di un tempo rinvenuti nella tenuta. Opere d'artigianato per ripercorrere i capitoli della storia enologica e agricola di questo luogo e per comprendere le origini di questi vini. Un tributo ad un passato che il produttore ha gelosamente custodito e che ha voluto perpetuare con orgoglio nei suoi vigneti, tutti coltivati rigorosamente in biologico.

Manuela Laiacona
 

Per pernottare ed informazioni:
tel. 091 781 6870;
e mail – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search