Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Dove mangio il 23 Luglio2012

di Alessandro Alì

Immaginare che nel passato Milano fosse considerato uno dei porti commerciali più importanti per il nord Europa, forse oggi ci fa un po' sorridere.

 Il sistema di canali studiati per unire i fiumi Adda e Ticino permetteva di creare una rete navigabile che comprendeva il Lago Maggiore, il Lago di Como, il Basso Ticino e poi il Po a garantire la via verso il mare. Purtroppo molti di questi corsi d'acqua sono stati chiusi e chiaramente la navigabilità di questi canali non ha più interesse commerciale. Resta però il fascino di un periodo d'oro per una città che ha sempre saputo guardare avanti. Passeggiare oggi nella zona dei Navigli è cosa da turisti e la sera le calme acque dei canali fanno da cornice ad una movida molto effervescente e viva. Un infinità di locali illuminano le calde sere estive, facendo diventare questo tradizionale quartiere il centro pulsante e punto di incontro veramente internazionale. Come spesso accade quando la quantità prevale è la qualità che pecca; per questo voglio segnalare invece un locale dove c'è veramente una estrema attenzione all'accoglienza e alla buona tavola.

E' Al Coniglio Bianco, un ristorante con un bel  dehors, ricavato in una piccola rientranza della via, e una sala interna calda, accogliente e curata. Come spesso accade dietro un locale "vincente" c'è un uomo con la sua storia e con le sue passioni; in questo caso c'è veramente un personaggio creato apposta per fare l"Oste" di una volta. Viene dalla Sicilia, da Vittoria e si chiama Giampiero Linguanti; ha imparato in quelle terre il valore della verdura saporita e oggi guerreggia con i commercianti tutte le mattine quando va a fare lui personalmente la spesa. Da piccolo poi si spostò con la famiglia in Brianza e da qui partì per fare esperienze all'estero. E' tornato in Italia e dopo qualche anno vissuto nelle Marche eccolo a Milano perché come dice lui "chi volta le spalle a Milano volta le spalle al pane".

Appena "sbarcato sui Navigli ha lavorato per alcuni ristoranti al fine di capire bene le esigenze di quel particolare consumatore. Poi ha trovato il suo locale e lo ha costruito pezzo pezzo con la passione di chi sa e la testardaggine di chi ha cuore. Anche per la cucina non ha cercato uno chef d'effetto, ma ha preso un ragazzo di Marsala, Giovanni Sorrentino, e con lui condivide fino in fondo il suo progetto. Il menu è ricco ed interessante e cambia continuamente in base a quello che Giampi trova al mercato. La carta dei vini è ben fornita e soddisfa anche i più attenti appassionati.  Un ristorante da provare per vedere come, nonostante la folla e la pressione dei numeri, c'è ancora chi salvaguardia la vera accoglienza italiana. 

Al Coniglio Bianco 
Alzaia Naviglio Grande, 12 
20144 Milano 
Tel. 0258100910 
Sabato e domenica aperti anche a pranzo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.alconigliobianco.it
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Carmine di Donna

www.carminedidonna.it

3) Bignè con croccante e crema pasticcera

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search