Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Dove mangio il 11 Febbraio 2020
di C.d.G.


(Ferdinando Portale, Caterina Nicosia Portale, Oscar Farinetti, Luigi Portale, Piero Portale)

Non c’è catanese, buongustaio, che non conosca “La Cantinaccia”, lo storico locale birreria di via Calatafimi a Catania. 

Ciò che era un’antica cartiera in un palazzo di inizio '900, nel tempo, si è trasformato in un luogo di ritrovo, un ambiente informale e accogliente dove mangiare bene e bere bene, soprattutto se si amano i piatti gustosi a base di carne e le birre, i piatti della tradizione siciliana e quelli caratteristici bavaresi e trentini. L’ambiente infatti rievoca quello delle birrerie e delle antiche osterie; accoglie, appena entrati, in un locale sotto il livello della strada con sale ampie, soffitti bassi e ampie arcate tra una stanza e l’altra. Dal 1978 La Cantinaccia si presenta ai clienti come un ambiente rustico con tavoloni in legno, adatti per gustare ottimi piatti a base di carne, ricercati o tradizionali, con una attenzione particolare ai tagli pregiati da fornitori locali, come la scottona siciliana dal comune di Biancavilla, e ai tagli argentini e toscani. 

A gestirlo, dal 2013, sono oggi i fratelli Luigi e Ferdinando Portale, che hanno scelto di portare avanti, con un nuovo spirito imprenditoriale, quel luogo capace di raggruppare più generazioni. “La clientela è soprattutto catanese – afferma Ferdinando – ma abbraccia più generazioni. Chi veniva da giovane oggi viene con i figli, in famiglia. Qui la gente si è conosciuta, si è innamorata e siamo diventati davvero un punto di riferimento a Catania”. L’atmosfera da antica birreria con le mura verdi ricorda un pub scozzese. E ci si sente a casa. La specialità sono le birre tedesche e belghe. La loro carta è ricchissima. I vini proposti invece sono circa 40, tutti siciliani, ma a farla da padrone è il vino della cantina Masseria Setteporte della famiglia portale, con vigneti a Biancavilla, nel versante sud ovest dell’Etna. In cucina c’è lo chef storico, Pippo Maugeri, dal 1978. Ci sono piatti che sono diventati nel tempo veri cavalli di battaglia, come lo stinco di maiale altoatesino, la carbonara, il risotto alla trevigiana, gli gnocchi fatti in casa alla sorrentina. I dolci sono fatti in casa, anch’essi, come la torta millefoglie e la sacher, preparati da Antonio Cambria, lo storico caposala con la passione per la pasticceria. 

“Il nostro obiettivo? – dice Ferdinando - è rimanere nell’ambito catanese ma ampliarci nelle specialità da offrire. Forse utilizzeremo gli spazi che abbiamo al piano superiore per camere da destinare all’ospitalità. Vogliamo ristrutturare 5 camere che manterranno lo stile liberty dell’appartamento. Pensiamo ad una formula B&B dove prevedere la prima colazione, ma offrire anche la possibilità di visite guidate in cantina, a Biancavilla, per un pranzo informale e conviviale, e naturalmente la cena alla Cantinaccia”. Ferdinando si occupa del rapporto col pubblico e della gestione del personale, Luigi si occupa del menù e degli approvvigionamenti. 

Il papà Piero Portale, ex gestore del locale e uno di quei giovani cresciti alla Cantinaccia, è oggi il produttore dei vini etnei di Masseria Setteporte. Da qui il progetto, pensato dai figli, di legare l’esperienza gourmet alla conoscenza del vino etneo.

F.L.

La Cantinaccia
Via Calatafimi, 1/A - Catania
T. 095 537291
Aperti solo la sera
Ferie: luglio e agosto
Carte di credito: tutte
Parcheggio: no


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

1) Crocchetta di stoccafisso e crema di capperi

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search