Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Dove mangio il 13 Giugno 2007
di Emanuele Di Bella

    DOVE MANGIO

Calamarata e linguine ai porcini

nella "tana del lupo"

Se non avete mai visto dall’interno un vecchio palmento del territorio etneo, dovete assolutamente andare a mangiare in questo delizioso ristorante, dall’atmosfera unica, che propone una cucina del territorio catanese rivisitata, fatta usando materia prima di qualità.
Il locale è veramente particolare. Ha conservato integralmente la struttura del vecchio palmento, con “u conzu” (il torchio) ancora montato, composto dalla vite ottenuta dal tronco intero di una quercia che, insieme ad un grosso blocco di pietra (pietra di conzu) e tramite un meccanismo di pesi, consentivano la torchiatura delle vinaccie.
Il ristorante, aperto da cinque anni, si trova al centro storico di Pedara, Città del Vino sul versante meridionale dell’Etna.
Lo chef – patron del locale è Giuseppe Borzì. Subito dopo il diploma alla scuola alberghiera di Giarre, ha cominciato a lavorare presso alberghi della zona e poi ha fatto delle esperienze in giro per l’Italia e a Palma di Maiorca.
La sua cucina si ispira ai piatti della tradizione locale che rivisita secondo il proprio estro, preferendo le cotture brevi per mantenere le caratteristiche organolettiche dei prodotti usati; è una cucina stagionale, che propone piatti soprattuto a base di carne in inverno, e a base di pesce in estate. Tra gli antipasti vi consigliamo il carpaccio di baccalà con pinoli tostati e salsa di verdello, carpaccio di pesce spada con pistacchi, le specialità della Tana del Lupo, con quattro assaggi caldi e quattro freddi, la provola ragusana con miele di castagno alla piastra. Tra i primi, da non perdere quando è la stagione, le linguine ai porcini; al ragù di cinghiale e porcini; gli gnocchi al nero di seppia; la “calamarata”, ovvero un formato di pasta che si confonde con gli anelli di calamari, che sono l’altro ingrediente della ricetta, e del pesto di basilico; le linguine con pomodorino e bottarga. Mille foglie di pesce spada, spiedini di gamberoni al pane saporito, pesce del giorno alla griglia, fritto misto di pesce, tagliata di angus argentino, carne di bisonte, chianina, maialino dei Nebrodi, cinghiale calabrese, entrecoute ai porcini per i secondi. Anche i dessert sono della casa. La specialità è la torta al limone, poi ci sono bavaresi, semifredo al caffè, al cioccolato, alle mandorle.
Carta dei vini interessante, con molte etichette. 


RISTORANTE LA TANA DEL LUPO
Corso Ara di Giove 138, Pedara (CT)
Tel. +39 095 7800303  3492333703
http://www.latanadelupo.it

Chiuso: martedì e tutti i giorni a pranzo, tranne sabato e domenica
Prezzo: 30.00 euro escluso vini per il menù a base di carne
    35.00 euro escluso vini per il menù a base di pesce

    DOVE MANGIO

Calamarata e linguine ai porcini

nella "tana del lupo"

Se non avete mai visto dall’interno un vecchio palmento del territorio etneo, dovete assolutamente andare a mangiare in questo delizioso ristorante, dall’atmosfera unica, che propone una cucina del territorio catanese rivisitata, fatta usando materia prima di qualità.
Il locale è veramente particolare. Ha conservato integralmente la struttura del vecchio palmento, con “u conzu” (il torchio) ancora montato, composto dalla vite ottenuta dal tronco intero di una quercia che, insieme ad un grosso blocco di pietra (pietra di conzu) e tramite un meccanismo di pesi, consentivano la torchiatura delle vinaccie.
Il ristorante, aperto da cinque anni, si trova al centro storico di Pedara, Città del Vino sul versante meridionale dell’Etna.
Lo chef – patron del locale è Giuseppe Borzì. Subito dopo il diploma alla scuola alberghiera di Giarre, ha cominciato a lavorare presso alberghi della zona e poi ha fatto delle esperienze in giro per l’Italia e a Palma di Maiorca.
La sua cucina si ispira ai piatti della tradizione locale che rivisita secondo il proprio estro, preferendo le cotture brevi per mantenere le caratteristiche organolettiche dei prodotti usati; è una cucina stagionale, che propone piatti soprattuto a base di carne in inverno, e a base di pesce in estate. Tra gli antipasti vi consigliamo il carpaccio di baccalà con pinoli tostati e salsa di verdello, carpaccio di pesce spada con pistacchi, le specialità della Tana del Lupo, con quattro assaggi caldi e quattro freddi, la provola ragusana con miele di castagno alla piastra. Tra i primi, da non perdere quando è la stagione, le linguine ai porcini; al ragù di cinghiale e porcini; gli gnocchi al nero di seppia; la “calamarata”, ovvero un formato di pasta che si confonde con gli anelli di calamari, che sono l’altro ingrediente della ricetta, e del pesto di basilico; le linguine con pomodorino e bottarga. Mille foglie di pesce spada, spiedini di gamberoni al pane saporito, pesce del giorno alla griglia, fritto misto di pesce, tagliata di angus argentino, carne di bisonte, chianina, maialino dei Nebrodi, cinghiale calabrese, entrecoute ai porcini per i secondi. Anche i dessert sono della casa. La specialità è la torta al limone, poi ci sono bavaresi, semifredo al caffè, al cioccolato, alle mandorle.
Carta dei vini interessante, con molte etichette. 


RISTORANTE LA TANA DEL LUPO
Corso Ara di Giove 138, Pedara (CT)
Tel. +39 095 7800303  3492333703
http://www.latanadelupo.it

Chiuso: martedì e tutti i giorni a pranzo, tranne sabato e domenica
Prezzo: 30.00 euro escluso vini per il menù a base di carne
    35.00 euro escluso vini per il menù a base di pesce


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search