Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il caso
di C.d.G.

L’azienda marsalese dice no allo stand. La controproposta dell’ente: un evento fuori dalla fiera


Giovanni Mantovani ed Emilio Ridolfi

Niente mega stand dentro il padiglione 2, quello riservato alla Sicilia.

Ma piuttosto un evento fuori dalla fiera organizzato con Veronafiere e poi una presenza nello spazio di Luca Maroni (Trendy oggi, big domani). Il no della Pellegrino ad essere presente al Vinitaly nella stessa formula degli anni passati non è passato inosservato. La paura di un effetto domino ha scosso i vertici di Veronafiere con Giovanni Mantovani in testa, il direttore dell’ente. I quali non solo si sono precipitati a Marsala ma hanno cercato di non perdere un cliente importante. Proponendo qualcosa che servisse ad assestare il colpo.

E così ecco un evento creato per l’occasione a Verona nei giorni del Vinitaly ma fuori dalla fiera (si chiamerà «DrinkItaly») e la presenza nello spazio di Maroni. Con una spesa infinitamente inferiore a quella degli altri anni. E non ci sarà - come annunciato qualche settimana fa da Cronache di Gusto - la presenza tradizionale, quella più significativa che ha contraddistinto la partecipazione della Pellegrino al Vinitaly. Tanto che lo spazio destinato fino allo scorso anno all’azienda marsalese è finito quest’anno a una cantina sociale, la Ctr di Trapani, e l’Istituto vite e vino ha con qualche difficoltà coperto l’area rimasta vuota dentro il padiglione 2.

Per la Pellegrino, ampiamente corteggiata da Veronafiere, sarà comunque un modo per presentare due nuove etichette, come spiega il direttore commerciale Emilio Ridolfi: il Dianthà (dal greco: fiore divino), un bianco da uve Grecanico e una punta di Malvasia, un po’ petillant e destinato ad essere un principe dell’happy hour e, soprattutto, un Marsala ambra semisecco annata 1985 che si annuncia come uno dei vini da non perdere. Tra l’altro proprio questa tipologia di Marsala mancava nel portafoglio delle referenze. Ora la lacuna è colmata. E si potrà assaggiare anche a Verona. Ma non al padiglione 2.

C.d.G.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

GLI APPUNTAMENTI

LE RICETTE DEGLI CHEF

Maurizio Albarello
Trattoria Antica Torre
Barbaresco (Cn)

Stefano Mazzone

Grand Hotel Quisisana

Capri (Na)

2) Tortelli di cipolle al burro di acciughe e pecorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search