Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Contributors

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano

Roberto Chifari

Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco

Annalucia Galeone
Federica Genovese

Clarissa Iraci

Francesca Landolina

Federico Latteri
Irene Marcianò

Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi

Clara Minissale

Fiammetta Parodi

Geraldine Pedrotti

Stefania Petrotta

Michele Pizzillo

Fabiola Pulieri
Enzo Raneri

Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita

Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione
eventi
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il caso il 26 Aprile 2012
di C.d.G.

Della serie: ci metto la faccia.

C’è un vino venduto nel Regno Unito con le uve raccolte dalle mani di Diego Planeta (nella foto). Non è in vendita in Italia. Ma lo trovate sugli scaffali di Tesco, leader in Gran Bretagna nella grande distribuzione organizzata. È un Fiano prodotto dalla Settesoli di Menfi, in provincia di Agrigento, cantina sociale tra le più importanti d’Italia di cui Planeta è stato presidente per oltre 30 anni fino allo scorso dicembre. Sull’etichetta di questo bianco c’è la firma dell’ex presidente e poi la scritta a caratteri cubitali: "Made under the guidance of Diego Planeta" che in italiano suona più o meno così "Da uve selezionate personalmente da Diego Planeta".

Di sicuro un’idea originale, quella della firma sull’etichetta, che si distingue fra gli scaffali del supermercato. Questo potrebbe rivelarsi un nuovo modo di fare marketing, in una piazza importante e difficile come quella di Londra. Oppure semplicemente un modo per far riecheggiare il brand. Certo è che il Regno Unito è un mercato importantissimo per la cantina di Menfi presente oltre Manica attraverso la società Enotria. Tanto importante che su 100 bottiglie esportate 60 finiscono nel Regno Unito facendo balzare la cantina siciliana al secondo posto per importazioni in Gb subito dopo i piemontesi Fratelli Martini. Ed oggi per la Settesoli la voce export è sempre più significativa: il 60% della produzione finisce all’estero.

Maria Antonietta Pioppo
 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search