Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il caso il 21 Aprile 2020
di Giorgio Vaiana

Ci sono voluti dieci anni di tribunale, carte bollate e incontri tra legali e giudici.

Ma alla fine ha vinto Treasury Wine Estates (Twe), mega azienda australiana che produce vini, che ha annunciato di aver registrato con successo "Ben Fu", il marchio cinese di Penfolds, ben 25 anni dopo che il marchio è entrato in Cina. Era il 1995 quando l'allora agente di Penfolds in Cina fece domanda all'Amministrazione statale per l'industria e il commercio per registrare il marchio "Ben Fu". Ma dopo che Penfolds ha terminato la collaborazione con l'agente, il marchio "Ben Fu" non è stato rinnovato dopo la scadenza e, come tale, è stato nuovamente disponibile. In questi 25 anni ci sono state tantissime contraffazioni del marchio. Tanto che nel 2009 era stato registrato da un individuo, come aveva denunciato la stessa azienda australiana. 

Ora, invece, il marchio è stato invalidato con una sentenza dei tribunali cinesi per motivi di non utilizzo e malafede rispettivamente nel 2017 e nel 2019. Le successive opposizioni presentate da questo individuo (e altri) contro la domanda di marchio proprio di Twe per "Ben Fu" sono state respinte anche nell'aprile 2020 dall'Ufficio cinese della proprietà intellettuale per aver cercato di far valere motivi insostenibili. Dopo quasi 10 anni di azioni legali, Twe ha finalmente vinto la sua causa ed è ora proprietario delle ultime registrazioni dei marchi per "Ben Fu" in relazione al vino venduto in Cina e in Australia. Tom King, amministratore delegato di Twe North Asia, definisce il caso una "pietra miliare significativa per l'azienda in quanto dichiara Twe come legittimo proprietario del marchio "Ben Fu", uno dei marchi di vino più riconosciuti in Cina. Proteggere l'integrità dei nostri storici marchi del vino dalla pirateria dei marchi e dall'appropriazione indebita è sempre stata una priorità e non abbiamo mai vacillato nel nostro impegno in questo sforzo".

C.d.G.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search