Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il caso il 27 Gennaio2021

di Maristella Vita

Nonostante il traguardo dei 92 milioni di bottiglie nel 2020, raggiunto grazie al colpo di reni assestato coi botti per le feste di fine anno, nuova battaglia della guerra delle bollicine più nobili del Prosecco.

In palio, le poltrone nel Consiglio del Consorzio della Docg Conegliano-Valdobbiadene. Consiglio di amministrazione che si riunirà, forse anche oggi, per chiedere ufficialmente al Ministero dell'Agricoltura la corretta interpretazione in merito ai rappresentanti da eleggere nella prossima assemblea. I cosiddetti ribelli si oppongono all’idea che nel prossimo Consiglio dovrebbero cedere i loro posti ai viticoltori che salirebbero così a 4, e agli imbottigliatori (6 seggi), scendendo a 5 rappresentanti. Le Cantine sociali, quelle di Vittorio Veneto e Conegliano, dei Colli del Soligo e la Produttori di Valdobbiadene, non ci stanno. Ricordano di rappresentare 1.600 viticoltori (sui 1.752 soci del consorzio), il 60% della produzione totale di uva (quindi il 42% della produzione, e 100 milioni di bottiglie, un quinto del totale). Va anche sottolineato che lo scontro non è solo verbale, gli avvocati sono al lavoro; già due cause civili sono state depositate presso il tribunale di Treviso, finalizzate alla revoca delle delibere dei mesi scorsi sul cambio di ripartizione dei seggi. E come soluzione circola l’ipotesi di riscrivere lo statuto prima del voto. Su piatto anche la Presidenza. Ormai è passato un anno dalla scadenza naturale del mandato del Presidente Innocente Nardi, ma quanto in ballo, anche a causa della pandemia, sembra allontanare la possibilità di far votare all'Assemblea (in presenza) un nuovo Cda e un nuovo Presidente.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Abbruzzino

Ristorante Abbruzzino

Catanzaro

4) Pane, olio e zucchero

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search