Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il personaggio il 18 Settembre2015


(Andrea Ribaldone)

da Milano, Daniela Corso

È una cucina minimalista, internazionale e positiva quella che Andrea Ribaldone firma ad Identità Expo. 

Con queste caratteristiche non stupisce che Paolo Marchi, ideatore di Identità Golose e del palinsesto che per sei mesi sta portando l’alta cucina all’esposizione internazionale di Milano, abbia affidato proprio a lui il ruolo di executive chef e coordinatore della brigata, con il compito di portare in tavola tutti i giorni il menu del cosiddetto "fuori orario", quattro portate vini compresi.


(Calamari al nero di seppia con crema di piselli)

La carta si rinnova ogni due settimane, ma il piatto fisso rimane quello creato da Ribaldone per Expo, lo Spaghetto Milano. “Ad Expo – spiega - ho ritrovato quell’energia positiva della Milano da bere degli anni ’80. Ho voluto creare allora qualcosa di moderno, al passo con questa vivacità, mettendo insieme il piatto nazionale per eccellenza, la pasta, con quello simbolo di Milano, il risotto: si tratta di uno spaghettone monograno Felicetti mantecato in una crema di risotto alla milanese, condito con ragù di ossobuco e gremolada di scorze di agrumi, prezzemolo, olio extravergine d’oliva e uno spicchio d’aglio”.


(Carnaroli alla crema di zucca)

Oggi chef dei Due Buoi di Alessandria e food & beverage director di JSH Hotels Collection, Andrea porta con sé una lunga collaborazione in Giappone ad Eataly Tokio e l’esperienza pluridecennale con Riccardo Aiachini nello stellato “La Fermata” di Spinetta Marengo. Nato e cresciuto a Milano, ma di salde origini piemontesi, Ribaldone ha saputo coniugare queste due anime anche nel menu in proposta questa settimana, dall’utilizzo delle materie prime al richiamo ricercato e mai ruffiano ad abbinamenti e tecniche della sua terra e del suo vissuto.

Essenziale, fresco e dall’evidente rimando alla raffinata sensibilità orientale, il primo piatto, calamari al nero di seppia con crema di piselli in abbinamento ad un calice di Ferrari brut millesimato Trento Doc 2008.
Si prosegue con carnaroli alla crema di zucca, polvere di amaretti, semi di zucca tostati ed olio di zucca, in un susseguirsi di consistenze cremose e croccanti e di note dolci e piacevolmente bruciate; in abbinamento Gavi del comune di Gavi Docg 2013, Villa Sparina.  Qui sembra emergere il Piemonte ma in una chiave talmente contemporanea da smorzare anzitempo l’intenzione di qualsiasi definizione. L’alta cucina di Ribaldone tocca livelli cosmici con il petto d’anatra con fagioli della Val Borbera, olio alla ‘nduja, dadolata di pera e misticanza; in abbinamento Rapitalà Pinot Nero 2012. Si chiude con un dessert degno di questo nome, cremoso di cioccolato con sorbetto all’arancia, cialda al cioccolato al latte, buccia d’arancia e zafferano; in abbinamento Recioto Valpolicella Sartori Verona 2013.


(Petto d'anatra con fagioli della Val Borbera)

Rispetto per la stagionalità, materie prime di qualità superiore non a tutti costi a km 0 ed un innato ottimismo sono gli ulteriori ingredienti di una filosofia sempre più convincente, di cui Andrea Ribaldone è stato precursore in tempi non sospetti. 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

2) Medaglioni di rombo con patata e cicoriella, funghi cardoncelli e pomodorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search