Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il personaggio il 02 Febbraio 2012
di C.d.G.

Hervé Mons (nella foto), l’affinatore più importante della Francia, figlio d’arte, anni d’esperienza in giro per il mondo.

Lo abbiamo intervistato in occasione dell’inaugurazione della Cacioteca Regionale Siciliana a Ragusa. Lui, conoscitore dei formaggi come pochi al mondo, ci dice la sua su questa nuova struttura.

Cosa ne pensa di una struttura come la Cacioteca?
Penso che sia molto interessante per una visione globale di questo mondo. Spesso le persone sono lontane da realtà del genere e questo tipo di strutture non possono far altro che sensibilizzare la gente su determinate realtà che spesso vengono poco considerate.

Per chi lavora in questo contesto, pensa sia  più stimolante avere come supporto una struttura del genere?
Assolutamente si. Chi lavora in questo contesto acquisisce in questo modo consapevolezza  di ciò che fa, e in generale, riesce a trasferire tutto il  know-how alle persone che vogliono avvicinarsi a questo mondo.

Il fatto che la Cacioteca sia nata a Ragusa, pensa sia solo un caso oppure una combinazione di fattori?
Il fatto che sia nata qui, nella parte Sud Orientale della Sicilia ha un suo perché e affonda le sue radici nella storia. Il barocco, la maestosità della città di Ragusa, non poteva non essere un forte richiamo. E questa struttura, la Cacioteca, altro non è  che un ‘ulteriore espressione della maestosità e dello stile barocco latu sensu.

Pensa questa struttura possa avere una sua risonanza in Europa?
Credo, che l’aver creato una struttura del genere, possa servire da spunto per realizzare delle strutture simili in tutta Europa. E penso che come siciliani vi dovete sentire orgogliosi di avere questo primato, sia in Italia che in Europa e questo grazie all’idea lungimirante del professor Licitra. E’ ancora una volta la dimostrazione che non ci sono confini o limiti nel realizzare ciò che si vuole. Il credere fortemente nelle proprie idee permette di realizzarle. Quindi ancora complimenti per questa meravigliosa sfida che è stata vinta. Spero che tutto possa servire a spronare i nostri giovani a lottare per le idee nelle quali credono.

Maria Antonietta Pioppo


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

1) Crocchetta di stoccafisso e crema di capperi

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search