Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il personaggio il 16 Aprile2021
Viviana Varese - ph Azzurra Primavera

di Clara Minissale

Il suo sogno era quello di aprire un locale a Maiorca, la più grande delle isole Baleari, per riavvicinarsi al mare, elemento naturale del suo essere campana.

Ma poi gli intrecci della vita l’hanno portata a Noto, ed è stato subito amore. Viviana Varese, chef una stella Michelin di Viva a Milano, ha scelto la Sicilia per aprire il suo "Country Restaurant". Una tenuta di 25 ettari, tra uliveti, mandorli, agrumi e un piccolo vigneto coltivati con metodo biodinamico nella campagna di Noto, in provincia di Siracusa, ospitano Country House Villadorata, una struttura rurale di fine ottocento, trasformata nel 2016 in una elegante residenza estiva proseguendo la filosofia iniziata alcuni anni fa da Cristina Summa con Seven Rooms Villadorata a Palazzo Nicolaci, il palazzo massima espressione del barocco siciliano a Noto.

(L'orto - ph Mattia Aquila)

“Sognavo un ristorante tra mandorli e ulivi – racconta la chef – quando mi è stata offerta la possibilità di aprire in questo luogo stupendo. La prima volta che sono stata nell’agrumeto di Villadorata ho pensato di trovarmi nella mia terra. Non hanno dovuto faticare a convincermi: ho detto subito sì”. L’apertura è prevista il primo giugno e la chef sarà a Noto già dai primi di maggio per definire i contatti con i fornitori locali e mettere a punto tutto per l’appuntamento di giugno. “È un’avventura che mi dà voglia di fare cose nuove, tanta emozione ed energia. Mi piace l’idea di avere il mare vicino, di andare per fornitori, di scoprire le aziende locali e sperimentare in cucina. Questa nuova esperienza è finalmente anche l’occasione, dopo questo lungo anno di chiusure dovute alla pandemia, per tornare a parlare del bello del mio lavoro e del cibo”, dice la chef.
Dalla cucina sarà bandito tutto ciò che non è siciliano, una scelta precisa per restituire agli ospiti la sacralità dei luoghi, “il rumore del vento, il frinire delle cicale”.

(Noto - ph Mattia Aquila)

W Villadorata Country Restaurant è il motto con cui Viviana Varese e la sua brigata si occuperanno di menu e accoglienza. Dalle colazioni, al pranzo, all'aperitivo, alla cena che sarà aperta per la prima volta anche per gli ospiti esterni dell'hotel, per un massimo di quattro tavoli ogni sera, solo con menu degustazione e la possibilità di prendersi cura degli ospiti anche con menu sartoriali. Oltre alle verdure, ai pomodori e alle erbe aromatiche saranno protagonisti le farine di grani antichi, l'affumicato, il fuoco, il forno, l'olio e il limone, caratteristici della cucina di Viviana Varese e delle sue radici. Il progetto della chef, inoltre, ruota anche attorno al concetto di sostenibilità, declinata non solo in relazione alla materia prima, ma anche alla scelta di collaborare con i piccoli artigiani e con cooperative sociali. Tra queste, “Si può fare” di Noto che nasce per sostenere e promuovere l'integrazione sociale e l'inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati. Si trova accanto a Country House, e una parte dei terreni della cooperativa sarà destinata all'orto produttivo del Country Restaurant. E poi “Eta Beta” di Bologna, creata come associazione tra artisti impegnati nella ricerca e nella sperimentazione di materiali, con un'attenzione particolare al sociale e sviluppa progetti per favorire opportunità di nclusione sociale. W Villadorata Country Restaurant ha deciso di collaborare con una delle loro botteghe "Servito piatti d'autore" per la creazione di alcuni piatti.

(ph Mattia Aquila)

Tre i menu degustazione previsti: "Aria", più leggero e corto, da 85 euro; "Acqua&Terra", dal percorso più lungo, 100 euro; "Fuoco" previsto solo due giorni a settimana, dove l'intero menu sarà realizzato esclusivamente con l'utilizzo del forno a legna e del barbecue, 110 euro. “Era da tempo che avevo voglia di fare un menu di questo tipo, con cotture gestire solo col fuoco e questo luogo, finalmente, me ne dà l’opportunità”, spiega la chef Varese. La carta dei vini sarà prevalentemente siciliana, con spazio per bollicine, vini biodinamici, naturali e ancestrali, birre artigianali e Marsala a fine pasto.

W Villadorata Country Restaurant
Contrada Portelle - Noto (SR)
T. 342 8163083; 0931 1810229
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
https://www.countryhousevilladorata.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Peppe Causarano

Ristorante VotaVota

Marina di Ragusa (Rg)

1) Spaghetto affumicato burro e alici

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search