Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Giada Giaquinta

Christian Guzzardi
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Maddalena Peruzzi
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Marcella Ruggeri
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni
Alessia Zuppelli

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il premio il 18 Febbraio2020


(Nella fila in alto: Antonio e Vincenzo Lebano, Lorenzo Sirabella e Luca Montersino
Nella fila in basso: Paolo Porfidio, Cinzia Ferro e Chiara Maci)

Sei categorie, sei vincitori (anzi, sette, contando l’accoppiata dei fratelli Lebano tra i cuochi) e una pioggia di voti, a confermare l’attenzione del pubblico sul settore della ristorazione e dell’accoglienza. 

Dopo due mesi e tre turni di votazioni, la 12ª edizione del sondaggio "Personaggio dell’anno dell'enogastronomia e dell'accoglienza - Premio Italia a Tavola" si è conclusa alla mezzanotte di domenica 16 febbraio, decretando i vincitori. I fratelli Antonio e Vincenzo Lebano, con 29.737 voti, si sono imposti nella categoria Cuochi; Lorenzo Sirabella (27.215 voti) ha vinto tra i Pizzaioli; Luca Montersino (20.387) ha primeggiato tra i Pasticceri, bissando la vittoria nel sondaggio del 2014; il sommelier Paolo Porfidio (31.107 voti, il candidato più votato in assoluto) si è imposto nella categoria Sala e Hotel; Cinzia Ferro ha vinto tra i Barman (22.324 voti), bissando il successo di sette anni fa; mentre Chiara Maci, già vincitrice anche lei nel 2013 insieme alla sorella Angela, ha avuto la meglio nella categoria Opinion leader con 21.785 voti.

Questi, dunque, i verdetti di un sondaggio che anche quest’anno è stato avvincente e ricco di colpi di scena fino alle ultime ore di gioco. Basti pensare che sugli oltre 272mila voti arrivati al terzo e ultimo turno, in tre delle sei categorie i vincitori sono usciti da un lungo testa a testa con i secondi, con uno scarto di poche centinaia di voti. È il caso, per esempio dei fratelli Lebano del ristorante Terrazza Gallia di Milano (in cui lavora anche Paolo Porfidio, vincitore della categoria Sala e Hotel), che si sono imposti davanti a Rosanna Marziale (29.503 voti) per soli 234 voti. "Sono stati tre mesi interessanti - ha dichiarato a caldo Vincenzo Lebano - tre mesi dove ci siamo divertiti, abbiamo fatto tanta comunicazione sui social, anche con tutti i nostri alberghi in Europa. finalmente il risultato è stato quello che ci aspettavamo".

Ma è anche il caso di Luca Montersino, che ha avuto la meglio sul maestro Iginio Massari (20.171 voti) per soli 216 voti, e di Cinzia Ferro, che è riuscita a contenere la rimonta di Erica Rossi (22.039 voti), sopravanzandola di appena 285 voti. "Sono molto contento, è una bella sensazione - ha detto Luca Montersino - è la seconda volta che vinco negli anni e mi ha fatto molto piacere sapere che nonostante passino gli anni la gente continua a seguirmi, dopo aver seminato tanto iniziamo un po’ a raccogliere". "L’affetto della gente è cresciuto tantissimo - ha affermato commossa Cinzia Ferro - infatti ho appena finito di piangere. Davvero tantissimi voti, è vero che io fatto tanto tam tam sui social però non pensavo un risultato così e sto dicendo grazie agli amici anche se non ho fatto niente, ed è la cosa più bella".

La categoria dei Pizzaioli, con una concentrazione massiccia di voti negli ultimi giorni, è risultata alla fine quella più votata (98.646 voti), davanti a Sala e Hotel (97.935). Il pizzaiolo Lorenzo Sirabella di Dry Milano ha vinto con uno scarto importante davanti a Gabriele Bonci, secondo con 21.795 voti, e Franco Pepe, terzo con 21.383 preferenze. "È stata una bella soddisfazione - ha ammesso Lorenzo Sirabella - e poi è molto gratificante sapere che ci sono tutte queste persone che seguono il mio operato, soprattutto è bello vedere tutti i commenti che hanno lasciato nel sondaggio di tante persone che vengono a trovarmi al Dry dimostrandomi davvero tanto affetto". Nella categoria Sala e Hotel abbiamo assistito a un testa a testa tra i primi due classificati: alle spalle di Paolo Porfidio, Vincenzo Donatiello, sommelier di Piazza Duomo (Alba) si è fermato a 30.313 voti. Terzo Alessandro Scorsone, gran maestro di cerimonie a Palazzo Chigi, con 17.874 voti. "Stiamo facendo un bel lavoro secondo me - ha sottolineato Paolo Porfidio - a livello di servizio, a livello di rivoluzionare la sala e dare più valore al servizio che è quello che conta ed è quello che fa la differenza nell’esperienza di un ospite, di un cliente a tavola".

Tra gli Opinion leader la food blogger Chiara Maci è tornata a vincere il nostro sondaggio, precedendo in classifica il senatore Gian Marco Centinaio (17.764 voti), che l’anno scorso - da ministro delle Politiche agricole e del Turismo - aveva ricevuto il riconoscimento speciale di Italia a Tavola come Ambasciatore del turismo enogastronomico. Sul terzo gradino del podio è salita Roberta Garibaldi (17.756 voti), docente universitaria ed esperta di turismo enogastronomico. "Per me è importante perché sono 11 anni che cerco di far capire quanto importante sia il nostro lavoro - ha rimarcato Chiara Maci - che è quello di comunicare e comunicare tante cose. È anche un modo per lanciare il mondo del web". Il successo di quest’anno del sondaggio di Italia a Tavola certifica, ancora una volta, la grande attenzione del pubblico sui temi della ristorazione e dell’accoglienza, che è poi da sempre l’obiettivo primario di questa iniziativa, giunta alla dodicesima edizione. C’è da registrare il grande afflusso di voti, soprattutto negli ultimi giorni e nelle ultime ore di gara, che ha fatto scattare più volte il sistema di controllo, ritardando così la convalida di alcuni voti: una sospensione temporanea nell’attribuzione dei voti, di cui la testata si è scusata, che però ha garantito il corretto funzionamento del gioco, così come era già successo in altri momenti durante il sondaggio.

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2023 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search