Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il premio il 19 Settembre2022

Talento, passione, formazione.

Tre parole chiave che riassumono la quintessenza dell'edizione 2022 del Premio Casato Prime Donne, consegnato a Montalcino, al Teatro degli Astrusi, a Elena Testi, giornalista di La7 inviata di guerra in prima linea che quest'anno la giuria composta da Donatella Cinelli Colombini presidente, Rosy Bindi, Anselma Dell'Olio, Anna Pesenti, Stefania Rossini, Anna Scafuri e Daniela Viglione, ha scelto come figura femminile di esempio nella società per coraggio ed eticità. Insieme a lei, sul palco del Teatro sono stati premiati altresì due eccezionali divulgatori del Brunello, per aver prodotto articoli e servizi in cui viene valorizzato il vino ed il suo territorio: si tratta di Aldo Fiordelli del Corriere Fiorentino e di Chiara Beghelli de Il Sole 24 Ore.
La vincitrice Elena Testi, come tradizione vuole, ha lasciato una sua dedica a Montalcino, in cui sottolinea, con una sintesi perfetta dei sentimenti che caratterizzano l'attuale momento storico, l'importanza di alcuni valori imprescindibili come il diritto alla vita: "Umani nella sofferenza che non è nostra. Coraggiosi nella paura del domani. Diffidenti di fronte al Sempre e al Mai. Siamo ciò che l'esistenza chiede: sbaglio e banalità. Sogni e realtà. Alla vita che non è nostra, ma bene comune di tutti i popoli". Una frase carica di significato che rimarrà insieme alle 20 dediche delle Prime Donne vincitrici nelle precedenti edizioni, e che avrà a fianco un'opera realizzata dall'artista montalcinese Letizia Machetti: due pannelli che raccontano la città del Brunello con gli occhi sognanti di chi la guarda da lontano.

La cerimonia ha segnato di fatto l'inizio dell'incubatore dei giovani talenti toscani che trova in Elena Testi un'autentica testimonial. "Il Premio Casato Prime Donne 2022 infatti, afferma la Presidente del Premio Donatella Cinelli Colombini, rispetto al passato ha ampliato i suoi obiettivi, non soltanto promuovendo un percorso condiviso con il mondo della scuola - in cui 4 classi dell'Istituto Agrario Bettino Ricasoli e del Liceo Linguistico Lambruschini di Montalcino inizieranno un percorso a fianco dei vincitori e delle giurate del premio – ma anche facendosi appunto incubatore di giovani talenti, come quelli che hanno avuto un ruolo attivo nella realizzazione della cerimonia di consegna del Premio 2022". Si tratta di tre giovani, tutti toscani e under 30, che rappresentano un esempio positivo per le comunità in cui vivono, attraverso la loro attività. Sono l'orafo fiorentino Riccardo Penko, il pasticcere livornese Lorenzo Cristiani e il comunicatore Edoardo Biagi, che hanno partecipato al progetto realizzando per la vincitrice, ciascuno per la propria arte, rispettivamente un monile dalle caratteristiche uniche, una torta con uno straordinario messaggio di pace ed un piano di comunicazione incentrato sull'importanza del lavoro di squadra e dei valori che lo animano. Nella fattispecie, l'orafo Riccardo Penko ha realizzato per la "Prima Donna" 2022 un gioiello unico, una spilla ispirata al contempo alla femminilità ed al mondo del vino, con un messaggio importante ed evocativo: una farfalla, simbolo di rinascita, bellezza e coraggio, ma anche libertà, posizionata in modo diverso per rendere unico ogni monile.

Altrettanto importante ed evocativo è il messaggio trasmesso dalla torta "New Pavlova" realizzata dal pasticcere Lorenzo Cristiani, che ha scelto per il suo dolce un soggetto capace di incarnare per la sua storia – fu fatta per la prima volta da uno chef italiano in Nuova Zelanda in omaggio alla ballerina russa Anna Pavlova - un vero e proprio inno alla pace e all'amore, un ideale ponte tra i popoli di diverse nazionalità, di epoche diverse, Paesi anche lontani tra loro, uniti della passione e della cultura. Il messaggio lanciato dal comunicatore Edoardo Biagi, si rifà invece alla centralità dei valori positivi dello sport di squadra, portandoli nei contenuti visivi e nei testi impiegati nella cerimonia di premiazione e nella comunicazione del progetto, sia nel canale tradizionale che social.

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Paolo Barrale

Aria Restaurant

Napoli

4) Vino e percoche

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search