Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il premio il 11 Aprile2022

La giuria del premio Primum Familiae Vini, formata da un membro di ognuna delle dodici famiglie produttrici di vino che costituiscono l’associazione, ha selezionato l'azienda francese Brun de Vian-Tiran, di proprietà familiare da otto generazioni e produttrice di seta e lana, come vincitrice del premio PFV 2022 da 100 mila euro.

Brun de Vian-Tiran è stata fondata in Provenza nel 1808 sul fiume Sorgue ed è riuscita a sopravvivere a guerre, crisi e alla concorrenza internazionale da 8 generazioni. Pierre Brun - che rappresenta la settima generazione - ha rintracciato i discendenti delle pecore merino spagnole importate da Luigi XVI nel 1786 e attualmente sono presenti 15 greggi locali che posseggono i geni delle pecore merino originali e che producono lana pregiata per l’azienda. Pierre e il figlio Jean-Louis continuano ad acquistare lana dai pastori locali nelle regioni di Arles e delle Alpi. Si sono inoltre recati in Mongolia alla ricerca di pastori del luogo che producessero lana di giovani cammelli ai margini del deserto del Gobi, offrendo loro l'opportunità di un reddito aggiuntivo per proseguire il proprio antico stile di vita, creando così uno straordinario esempio di sostenibilità.

Attraverso questo premio, le dodici famiglie di PFV mettono a servizio la loro lunga storia e la riconoscibilità dei loro vini al fine di incoraggiare aziende indipendenti di proprietà familiare a portare avanti i propri progetti e a promuovere l’eccellenza dei prodotti, il passaggio generazionale e la responsabilità sociale. Valori fondamentali nonché condivisi anche dai dodici produttori di vino membri di PFV. Priscilla Incisa Della Rocchetta, Presidente di PFV, ha affermato: "È stato difficile selezionare il vincitore tra così tante ottime aziende candidate, ma la nostra giuria è rimasta colpita dall'impegno di Brun per la continuità familiare, per la sua comunità locale e per l'origine delle sue materie prime. Oggi, con 50 dipendenti (suddivisi tra stabilimento, negozio e museo) e con parte del personale appartenente a famiglie che lavorano con l'azienda da quattro o cinque generazioni, rappresentano uno straordinario modello per tutte le imprese a conduzione familiare". Jean-Louis Brun, Direttore generale di Brun de Vian-Tiran, ha commentato: "Ci sentiamo profondamente onorati per avere ricevuto questo premio, perché non solo condividiamo gli stessi valori delle famiglie di PFV, ma abbiamo in comune anche il desiderio di andare a cercare il meglio di ciò che può offrirci la natura, rivelandone la bellezza con il nostro intervento. Oggi rappresento l'ottava generazione a capo dell’azienda di famiglia e questo Premio PFV ci permetterà di continuare a procedere sulla strada dell'innovazione supportando lo sviluppo di progetti nel design. Sono orgoglioso di proseguire l'avventura Brun de Vian-Tiran che, attraverso la creazione di oggetti senza tempo come i tessuti, testimonia l'impegno di una famiglia presente sul territorio ed espressione delle competenze francesi da secoli". Tra le cinque aziende familiari c'erano anche le italiane Busatti e Giulio Giannini e figlio.

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Lacalamita

Lula pane e dessert

Trani (Bt)

1) Tartelletta di stagione

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search