Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il prodotto il 21 Giugno2021

di Michele Pizzillo

Pura, con ghiaccio, è sicuramente uno dei modi migliori per gustare uno degli spirit davvero affascinanti qual è la vodka.

Spirit che dà il meglio di sé anche nella miscelazione, tanto da essere molto presente nei bar dove il bere miscelato è davvero al top. E, quindi, un prodotto da compagnia e nel caso di Vulcanica - la vodka italiana nata dalla distillazione dei grani antichi che crescono alle pendici dell’Etna – si potrebbe dire che è frutto di una sorta di “compagnia” che coinvolgono diverse persone che chi ha concepito e realizzato il progetto, Stefano Saccardi, milanesissimo capitato a Caltanissetta quando Campari, di cui è stato anche amministratore delegato, acquisì il controllo di Averna ha conosciuto in Sicilia. Una di queste persone che il manager milanese rammenta con grande simpatia, è il sindaco di Caltanissetta del periodo in cui ha vissuto in quella città, Giovanni Ruvolo, che gli parlava sempre dei grani antichi siciliani “al punto da convincermi che oltre a pane, dolci e pasta di grande qualità, sarebbe stato il caso di sfruttare questo tesoro anche per produrre una vodka italiana, ma messaggera del calore siciliano”. Un’idea che Saccardi si è portata dietro per un bel po’, sino a quando è arrivato il momento di produrre una vodka artigianale Premium che nasce con il chiaro intento di enfatizzare i valori e le tradizioni della Sicilia: la bellezza, la natura, l’arte, il benessere e la gioia di vivere.

(Stefano Saccardi)

Ma, cosa c’è di così prezioso in questo prodotto da dover essere assolutamente raccontato? I grani antichi, tesoro gelosissimo di un territorio stupefacente come quello dominato dall’Etna che da anche il nome alla vodka, Vulcanica. Un nome che racchiude tutto ciò che vuole comunicare: la forza, il fuoco e la purezza di un prodotto unico. Un nome quindi distintivo, diretto e memorabile in tutto il mondo. Tant’è vero che Vulcanica è già un prodotto top fra i bartender di New York e di San Francisco, dove, all’autorevole World Spirits Competition 2021 ha conquistato la prestigiosa medaglia Double Gold (doppio oro), riservata ai migliori prodotti di tutto il mondo. Dopo la presentazione milanese, presso Mag La Pusterla (locale che ha una cocktail list che è un vero omaggio alla mixology internazionale), Vulcanica è pronta per il mercato italiano. D’altronde “Vulcanica è un prodotto davvero speciale. Noi siamo gli unici ad usare i grani antichi di Sicilia per produrre la nostra vodka premium. Lo scopo del prodotto è di fare innovazione valorizzando al tempo stesso una cultura e identità antiche, che danno origine a dei prodotti straordinari. Ci piace anche l’idea di dare un piccolo contributo allo sviluppo di un’agricoltura sostenibile in una terra che merita di essere valorizzata”, ha sottolineato Saccardi nel corso della presentazione del nuovo spirit che nella sua produzione ha coinvolto anche Sonia Spadaro, sommelier e produttrice di vini di successo, orgogliosamente siciliana e portavoce di Simenza, associazione che si occupa della protezione dei grani antichi assicurando le colture tradizionali e le biodiversità locali.

Vulcanica è sottoposta a un particolare processo di distillazione in colonna di rame e poi in alambicco pot stil, grazie al quale si ottiene un gusto morbido e sofisticato. La leggera filtrazione è fondamentale per preservare tutte le sfumature organolettiche dei grani antichi che rendono questa vodka unica e sorprendente. Top secret il nome del distillatore, un piccolo artigiano che pensa solo a lavorare bene mentre l’imbottigliamento avviene presso l’azienda Florio di Marsala. A Milano, i bartender di Mag, hanno proposto Vulcanica sia pura che come base di cinque cocktail che hanno diffuso emozioni davvero avvolgenti:

Vodka Tonic
4,5 cl vodka Vulcanica, top acqua tonica e scorza di limone siciliano come garnish.

Black Sour
4,5 cl vodka Vulcanica, 1,5 cl di succo di limone di Sicilia, 1,5 cl di sciroppo di carbone vegetale e cialda organica di corallo rosso come garnish.

Sicilian Martini
6 cl vodka Vulcanica, 1,5 cl di Marsala dry e cappero siciliano come garnish.

From Dusk Till Dawn
4,5 cl di vodka Vulcanica, 1,5 cl di succo di limone siciliano, 2 cucchiaini di marmellata di arance, 1 dash di albume, 1 float di vino rosso Syrah e polvere di pistacchio come garnish.

Clearly Unclear
4,5 cl di vodka Vulcanica, 2,25 cl di vermouth rosso, 2,25 cl di cordiale al pistacchio, 2 dash di orang bitter e polvere di pistacchio come garnish.

Musa srl
Via Aldebaran 21 – Catania
T. 348 243296
www.vulcanicavodka.com
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

2) Medaglioni di rombo con patata e cicoriella, funghi cardoncelli e pomodorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search