Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il prodotto il 03 Luglio2020
L'Azienda Umberto Cesari

di Gianluca Rossetti

Che il vino rosa sia ormai definibile il trend del momento probabilmente è indiscutibile.

Questa tipologia di vino secondo Iwsr ha avuto un aumento del 30% dal 2002 e sono sempre di più i produttori che investono nel colore rosa nel mondo del vino. A cavalcare questo fenomeno è stata soprattutto la Francia, con la Provenza, ma ultimamente anche l’Italia torna a scommettere su una tipologia sempre più rivalutata anche dagli esperti. Una crescita esponenziale che ha permesso a tanti vitigni a bacca rossa di prendersi le luci della ribalta anche per quanto riguarda bevute più fresche, bollicine e non. Definito da molti come vino “piacione” infatti, il vino rosa ha saputo conquistare quella parte “pop” che lo ha sdoganato come vino per tutti, dai grandi bevitori a quelli occasionali. La nuova grande novità viene presentata di recente dalla cantina Umberto Cesari, di cui vi avevamo recentemente parlato (leggi questo articolo). Cantina storica dell’Emilia Romagna nata nel 1964 a Castel San Pietro terme, quando Umberto Cesari con la moglie Giuliana acquista il primo podere. Antesignana in Emilia Romagna a credere nelle grandi potenzialità dei vitigni autoctoni quali Sangiovese, Trebbiano, Albana di Romagna e Pignoletto, l’azienda è arrivata negli anni ad essere considerata ambasciatore del Sangiovese di Romagna nel mondo.

E ’proprio dalle uve Sangiovese che nasce “Costa di rose”, la nuova opera di valorizzazione del territorio della cantina che, con grande coraggio e innovazione, prova a dare una nuova connotazione, più versatile e contemporanea, a questo storico grande uvaggio. Costa di Rose è la nuova sfida della Umberto Cesari: dalla scelta delle vigne, impiantate sui terreni più freschi esposti a nord-ovest, con una raccolta più rispettosa dell’acidità delle uve, alla raccolta dei grappoli manuale e alla pigiatura soffice, al contatto lieve con le bucce, a cui seguono decantazione statica e fermentazione a bassa temperatura. Il vino viene poi affinato in vasche d’acciaio per sei mesi. Di colore rosa antico, con nuance brillanti e riflessi che ricordano le tonalità delle pesche, il bouquet aromatico è ricco di raffinate note di frutti rossi: fragolina di bosco, ciliegia, melograno e lampone. Il gusto si conferma sapido ed elegante, accompagnato da una buona acidità che regala freschezza e bevibilità. Un vino da aperitivo, che ingentilisce le note spigolose del sangiovese, che le ammorbidisce e le rende più sinuose ed avvolgenti. Un vino da sorseggiare su un tavolino sulla spiaggia durante una cena, che potrebbe accompagnare con la sua sapidità finale un grande crudo di mare, un pesce al cartoccio o un meraviglioso spaghetto ai frutti di mare. 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

2) Medaglioni di rombo con patata e cicoriella, funghi cardoncelli e pomodorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search