Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il progetto il 17 Dicembre2020

E’ possibile pensare a un futuro dove la difesa fitosanitaria sia veloce e “green”?

Se guardiamo ai risultati del progetto "Itaca" la risposta non può essere che positiva. Itaca è un progetto nato dalla collaborazione tra il Consorzio Tutela vino Soave, l’Università di Padova, il Consorzio Conegliano Valdobbiadene, Irecoop veneto, Irrigazione Veneto, Ulss2 e le aziende agricole Scandolara a Conegliano e Coffele a Soave nell’ambito della misura 16 del PSs. Il cuore del progetto è stato l’allestimento di un impianto fisso di trattamenti fitosanitari che, attraverso una centralina computerizzata, permettano di erogare il trattamento in 20 secondi, evitando l’impatto della meccanizzazione sul suolo e soprattutto la deriva. I tre anni di progetto hanno visto prima l’allestimento, poi la personalizzazione dell’impianto a seconda delle esigenze del sistema di allevamento e infine un tri-test con vigneto trattato con Itaca, uno in modo tradizionale e uno non trattato. Nel Soave sono stati messi sotto esami gli effetti di oidio e botrite (nel 2020 la peronospora è stata quasi inesistente), la presenza di acari, cicaline e tignola con attenzione alla presenza di scafoideus titano e la resa in termini di uva.

Per quanto riguarda le malattie fungine, lo scostamento di infezione è stato dell’1%, ma nei momenti di maggiore intensità della stessa, l’impianto si è dimostrato più efficace a difendere il grappolo, soprattutto in caso di botrytis cinerea (scostamento del 10% a favore di Itaca). La resa in uva è stata uguale mentre la chioma ha subito un danno maggiore. Per quanto riguarda invece gli attacchi di insetti, sebbene non vi sia una differenza in termini di indice di danno, quello che ha stupito è stato l’aumento di entomofauna utile, probabilmente legata al minore compattamento del suolo. "Una sperimentazione durata tre anni che ha dato dei risultati che ci hanno sorpreso – dice Sandro Gini, presidente del Consorzio del Soave – nonostante un piccolo scetticismo iniziale per questa nuova pratica, se si paragonano i risultati l’impianto non ha solo dimostrato di essere efficace, ma di essere una importante opportunità per territori come i nostri dove la viticoltura eroica mette alla prova i nostri viticoltori. Speriamo ora di dare una continuazione al progetto per un’applicazione pratica nel comprensorio".

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Abbruzzino

Ristorante Abbruzzino

Catanzaro

3) Anatra, kumquat e semi di zucca

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search