Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 01 Giugno2012

Rosato, questo bistrattato. Un poco per superficialità, tanto per pregiudizio, molto per snobbismo, sono parecchi che storcono il naso davanti ad una bottiglia di rosato.

Eppure è una tipologia di vino, ottenuta da una macerazione breve di uve a bacca rossa, ricco di sentori primari, con pochissimi tannini, una buona acidità e freschezza. Si abbina benissimo con la maggior parte di piatti a base di pomodoro, quindi con un'infinità di ricette mediterranee e specialmente col piatto italiano più famoso al mondo: la pizza.
 
Dovrebbe quindi essere il vino per eccellenza per accompagnare la pizza. Invece, per ignoranza e per abitudine la maggior parte dei consumatori in pizzeria ordina una birra, quasi sempre una normalissimabirra industriale, magari alla spina, ma sempre un prodotto di massa e spesso dal gusto standardizzato ed uniforme.
 
Colpa anche di chi produce e di chi vende il vino. Mai abbiamo visto una pubblicità che legava il vino rosato alla pizza, mai abbiamo sentito di una promozione presso qualche pizzeria dove si offriva un calice di rosato gratis o a poco prezzo. Addirittura in una famosa pizzeria gestita dal proprietario di una fornitissima enoteca non esisteva in carta alcun rosato.
Tra l'altro in estate, ormai alle porte, anche con piatti più strutturati fa piacere sorseggiare un vino  freddo a 12° C. Un motivo ancora in più per parlare di un rosato.
 
Salvo Giusino ha scelto Le Mongolfiere a San Bruno,  da uve biologiche di Aglianico del Taburno Docg del 2010 di Fattoria La Rivolta. Siamo in provincia di Benevento, a Torrecuso in contrada Rivolta, 29 ha a vigneto e l'aglianico locale, in Docg dall'anno scorso, è un particolare biotipo delle uve rosse autoctone più famose della fascia campano-pugliese.
 
La cura della famiglia Cotroneo e di Vincenzo Mercurio, l'enologo, comincia con una raccolta manuale ad inizio ottobre quando le uve sono ben mature, una macerazione pre-fermentativa di poche ore in pressa pneumatica chiusa, una ventina di giorni di fermentazione a temperatura inferiore a 17° C. Poi sei mesi in acciaio e altri sei in bottiglia.

Il colore è rosa chiaretto quasi cerasuolo molto brillante ed invitante.
Al naso si avvertono lievi sentori di piccoli frutti rossi con prevalenza del mirtillo, la mela e un pò di salvia, floreale di viola. Non è molto intenso ma rivela una ricca eleganza, una bella fragranza con grande equilibrio di profumi. Molto piacevole.
Al palato, una bella ventata fresca all'inizio per poi sviluppare tutti i 14,5 gradi alcolici, forse eccessivi, ma il risultato della completa maturazione delle uve. Ritroviamo la freschezza e l'acidità di un bianco, il corpo quasi possente di un rosso, i sapori e i profumi delicati propri di un rosato.  Rimane con una buona persistenza ed un buon retrogusto. A dispetto dell'alcolicità verrebbe di berne tanto specie in una calda serata d'estate su un piatto di pasta alla norma o con una fumante pizza margherita.
3.500 bottiglie che trovate in enoteca a 9,50 euro.

Fattoria La Rivolta
Contrada Rivolta
82030 Torrecuso (Bn)
tel. 0824 872921
www.fattorialarivolta.com





Recensioni
di Giovanni Paternò

Rubrica a cura di  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Giorgio Cicero

Ristorante Mùrika

Modica (Rg)

4) Cannolo siciliano, gelato al pistacchio e marmellata al peperoncino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search