Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 15 Gennaio2022

di Federico Latteri

Ci troviamo sul versante nord dell'Etna, nel territorio di Castiglione di Sicilia.

La storia dell'azienda Zumbo inizia nel 1972, anno in cui Salvatore Zumbo dà vita ad un nuovo progetto vitivinicolo in contrada Santo Spirito a Passopisciaro, impiantando vigneti a controspalliera, sistema che allora rappresentava una novità per il territorio. L'obiettivo è puntare alla qualità, fatto non comune in un periodo in cui molti appezzamenti vitati venivano abbandonati o coltivati secondo logiche differenti.

(Erica Zumbo)

Oggi le sorelle Erica e Ramona Zumbo hanno raccolto la preziosa eredità di nonno Salvatore e guidano le attività di produzione e commercializzazione di vino con impegno e passione. Oltre ai vigneti di contrada Santo Spirito, 5 ettari situati a 750 metri sul livello del mare, c'è un altro ettaro in contrada Trimarchisa, a 450 metri di altitudine. Si coltivano varietà autoctone: Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio, Carricante, Catarratto, Minnella bianca, Insolia e una piccolissima quota di vitigni reliquia.

(Ramona Zumbo)

E' in corso l'iter per la certificazione biologica. Annualmente vengono prodotte circa 20 mila bottiglie. La gamma di etichette è composta da 5 referenze, due Etna Rosso dalle due diverse contrade, un Etna rosato e due bianchi, di cui uno Etna Doc. Abbiamo degustato l'Etna Doc Rosato Ciuriciuri 2019, un vino che riscuote un successo sempre maggiore grazie alla sua piacevole spontaneità e alla versatilità negli abbinamenti.

E' fatto con Nerello Mascalese cento per cento proveniente da vigneti di età compresa tra 46 e 90 anni, situati nel territorio di Castiglione di Sicilia ad altitudini comprese tra 600 e 750 metri sul livello del mare. La vendemmia viene effettuata manualmente in piccole cassette durante la prima metà di ottobre. Al fine di garantire un'ottima qualità, le uve vengono selezionate con cura attraverso due passaggi, prima in vigna e successivamente in cantina. La pressatura soffice è seguita da una vinificazione in bianco alla temperatura controllata di 15-16 gradi centigradi. Il vino così ottenuto affina in serbatoi di acciaio inox e poi in bottiglia per un breve periodo.

Nel bicchiere si fa subito notare per il suo bel colore, un rosato vivo e intenso, tendente al ramato. L'esame olfattivo svela profumi di piccoli frutti come ribes, lampone e fragoline, affiancati da un'evidente nota di arancia rossa e cenni floreali. Il sorso si caratterizza per la riuscita combinazione tra freschezza e morbidezza con un gusto prevalentemente fruttato e un finale sapido nel quale tornano i sentori agrumati. Buoni l'equilibrio e la persistenza. Bevetelo come aperitivo, con antipasti a base di molluschi e crostacei, primi piatti leggeri sia della cucina di mare che di quella di terra, salumi, formaggi freschi e carni bianche. Lasciatevi comunque guidare dai vostri gusti e dalla fantasia poiché si tratta di un vino in grado di accompagnare un numero incredibile di pietanze.

Rubrica a cura di Salvo Giusino

Zumbo
Strada statale 120, km 198
Rovittello, Castiglione di Sicilia (Ct)
T. 329 6767454; 331 7945161
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.sorellezumbo.it 

IL VINO IN PILLOLE 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Elio Mariani

Checchino dal 1887

Roma

1) Trippa alla romana

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search