Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 24 Ottobre2014

Zibibbo Terre Siciliane IGT.

Firriato costituisce una delle più note cantine siciliane, a dimostrazione basta osservare la moltitudine di appassionati che affolla il banco di assaggio nel loro stand al Vinitaly. Una fama meritata per la bontà dei loro vini e per l’attenzione che dedicano alla sicilianità della produzione.
 
Era il 1984 quando Salvatore Di Gaetano, in un’epoca dove la Sicilia era più che altro vino sfuso e da taglio, decise di investire in questo settore. Parte col piede giusto perchè punta decisamente ad ottenere un prodotto di alta qualità e nel tempo cerca di abbracciare i territori siculi più vocati al vino. Così alle quattro tenute nel Trapanese: Dagala Borromeo, Baglio Sorìa, Borgo Guarini e Pianoro Cuddia va man mano affiancando Cavanera sul versante nord-est dell’Etna, Calamoni a Favignana, per un totale di 350 ettari. Grande attenzione e diffusione ai vitigni autoctoni rossi e bianchi con 32 etichette, 4.500.000 bottiglie e 2 cantine, una a Paceco l’altra a Cavanera.


da sinistra Vinzia, Salvatore, Federico e Irene

Salvatore è affiancato dalla moglie Vinzia che rappresenta l’immagine esterna dell’azienda, dalla figlia Irene e dal genero Federico Lombardo di Monte Iato, coadiuvati dal braccio operativo degli enologi Giovanni Manzo e Peppe Pellegrino e dall’agronomo Tanino Santangelo. Il rispetto dell’ambiente, l’attenzione alla terra, alla natura, al paesaggio ha spinto i Di Gaetano ad applicare i principi dell’agricoltura biologica per cui dal 2012 tutte le coltivazioni sono certificate e da quest’anno hanno avuto l’importante certificazione ISO 14064 per il contenimento e la riduzione dei gas serra che si aggiunge alle altre certificazioni di qualità ottenute.

Di questa imponente produzione degustiamo il bianco Jasmin da uve di Zibibbo o Moscato d’Alessandria provenienti dalla tenuta di Borgo Guarini da vigneti a Guyot collinari di medio impasto con tendenza argillosa, densità tra le 4.000 a 4.500 piante per ettaro e una resa in uva inferiore a 75 q/ha. Raccolta manuale a fine agosto e dopo la diraspatura e la pressatura soffice una fermentazione a 18° per circa 20 giorni; affinamento di pochi mesi in acciaio. Jasmin nasce nel 2012 nella linea Trendy dedicata ai giovani consumatori che richiedono vini piacevoli, di non alta gradazione alcolica, infatti il nostro ha soli 11,5 gradi alcolici.

Versato nel calice il colore è giallo paglierino di buona intensità. Come dice il nome al naso si sente il gelsomino poi il melone giallo, l’ananas, qualche agrume, ma non sono note intensamente aromatiche in quanto accompagnate da sentori minerali e da qualcosa di affumicato che va via ossigenandolo. Equilibrato. Al gusto quest’equilibrio si conferma in un insieme sapido, acido, minerale, fragrante con le sue sensazioni leggermente aromatiche e mediamente lunghe. Uno Zibibbo contenuto, che si presenta in punta di piedi, senza quella spiccata aromaticità che ne potrebbe limitare l’utilizzo.
 
Da abbinare a crudi di pesce anche leggermente affumicati, a spaghetti alle vongole, ad una ratatouille a base di melanzane e peperoni, ad un parmigiano di 24 mesi di stagionatura. Sono 60.000 le bottiglie che in enoteca si trovano ad 11 euro.

Firriato
via Trapani 4
91027 Paceco (Tp)
tel. 0923 882755
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.firriato.it





Recensioni
di Gianni Paternò

Rubrica a cura di  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Elio Mariani

Checchino dal 1887

Roma

2) Insalata di zampi

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search