Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Sicilia Doc Syrah

di Federico Latteri

Baglio del Cristo di Campobello nasce all'inizio degli anni Duemila per volontà della famiglia Bonetta, già da decenni impegnata nella coltivazione della vite. Viene realizzata un'azienda moderna con l'obiettivo di produrre vini di alta qualità in grado di ritagliarsi uno spazio sui vari mercati, portando in tutta Italia e nel mondo i profumi, i sapori e le tradizioni di un territorio unico.

Ci troviamo nella parte sud orientale della provincia di Agrigento, a Campobello di Licata, in un'area collinare caratterizzata da terreni profondi con componenti calcaree e gessose e da un clima di tipo mediterraneo che risente dell'influsso del mare distante appena 8 chilometri. I vigneti si estendono per 35 ettari, all'interno dei quali si trovano una decina di microaree.

Vengono coltivati vitigni autoctoni come Nero d'Avola, Grillo, Insolia e Catarratto, insieme a Chardonnay, Syrah e Merlot. La viticoltura mira ad ottenere le migliori uve possibili attraverso la cura dei dettagli e il rispetto della natura, del ciclo della vite e delle caratteristiche dell'annata. Ciascun vigneto viene vinificato separatamente. In cantina si utilizzano tecnologie all'avanguardia per esaltare al massimo le caratteristiche della materia prima.

Preziosa la collaborazione dell'enologo Riccardo Cotarella, personaggio di spicco del mondo del vino che non ha sicuramente bisogno di presentazioni. Sono circa 300 mila le bottiglie prodotte annualmente. La gamma dei vini è varia e ben articolata, sia per quanto riguarda le fasce di prezzo che le tipologie. Sono diverse le etichette che riscuotono costantemente successi e sono sempre più apprezzate dalla stampa specializzata e dagli appassionati.

Degustiamo il Sicilia Doc Syrah Lusirà 2017, uno dei due rossi di punta dell'azienda. E' fatto con le migliori uve provenienti dalle parcelle aziendali, 4 ettari di vigneti situati in collina ad altitudini comprese tra 230 e 270 metri sul livello del mare. La densità d'impianto è di 5 mila ceppi per ettaro con rese si attestano intorno agli 80 quintali per ettaro. La vendemmia è stata effettuata manualmente in piccole cassette tra l'ultima decade di settembre e la prima decade di ottobre. Dopo un'accurata selezione le uve vengono diraspate e sottoposte ad una pigiatura molto soffice. La vinificazione prevede circa 18 giorni di macerazione sulle bucce a temperatura controllata con continui rimontaggi. Il vino matura 14 mesi in barrique di rovere francese (Nevers, Troncais e Allier) per un terzo nuove e poi affina in bottiglia per almeno 12 mesi prima dell'immissione in commercio.

Nel calice si presenta di colore rosso porpora molto carico con riflessi violacei. Ha un naso intenso e pulito di buona complessità con profumi di piccoli frutti maturi come ribes e mora, spezie dolci, un cenno di pepe e una nota balsamica che lo rende particolarmente intrigante. Il sorso è avvolgente, pieno nel gusto, ben strutturato e dotato di tannini morbidi che accarezzano il palato. Si distende con ordine fino alla lunga chiusura giocata tra la frutta e le spezie. E' un Syrah ben fatto in grado di esprimere potenza e ricchezza aromatica in maniera composta ed equilibrata. Sarà perfetto con le carni rosse o con l'agnello. Provatelo anche con la selvaggina o con secondi piatti molto elaborati.

Rubrica a cura di Salvo Giusino

Baglio del Cristo di Campobello
Contrada Favarotta, strada statale 123 Km 19+200
Campobello di Licata (Ag)
T. 0922 883214
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.cristodicampobello.it

IL VINO IN PILLOLE

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Michele Rizzo

Agorà ristorante di pesce

Rende (Cs)

3) Scampi dello Jonio, foie gras e castagne silane

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search