Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 11 Settembre2021

di Federico Latteri

Memoria, fatica, ingegno e devozione.

C'è tutto questo alla base della storia dei Produttori di Manduria. Quattrocento famiglie che, con caparbietà e sacrifici, hanno trasformato quello che era un sogno in una bella realtà. E che è legata, a doppia mandata, al Primitivo, vitigno principe della Puglia. La cantina Produttori di Manduria nasce nel 1932, nell’omonima piccola cittadina di appena trentamila abitanti.

Proprio in quest'area, baciata dal sole e dal mare, nasce il Primitivo di Manduria Doc. Coltivate sulla pietra calcarea e circondate da tracce di storia che raccontano millenni, le vigne dei Produttori di Manduria si trovano al centro di questa fascia di terra che lambisce il mar Ionio e che per ragioni climatiche assolutamente favorevoli e uniche, producono il Primitivo, ovvero l’uva a bacca nera che matura prima delle altre (dal latino primativus, ovvero “precoce”).

Alberelli e grappoli che si lasciano accarezzare dalla brezza del mare, riscaldare placidamente dai raggi di un sole potente e persistente, nutrire dalla generosità di una terra ricca di argille e minerali, arricchire dai profumi balsamici della macchia mediterranea che circonda i vigneti. Un terroir unico ed irripetibile, che dona un vino caldo, sontuoso e avvolgente.

Quasi cento anni per i Produttori di Manduria che sono ormai proiettati verso una gestione più responsabile e sostenibile della loro realtà. Nel 2018 Produttori di Manduria è stata tra le prime otto aziende italiane a ottenere la certificazione di Cantina Sostenibile, secondo il nuovo standard internazionale Equalitas. Pertanto, l'azienda ha avviato un percorso di miglioramento continuo nel rispetto di una più ampia definizione degli obiettivi di una Sostenibilità Ambientale (Buone Pratiche Agricole ed Enologiche) riconosciuta a livello internazionale, Economica (verso clienti e fornitori) ed Etica (verso i lavoratori e la comunità locale). Oggi è una realtà che produce 1,5 milioni di bottiglie in 900 ettari di vigneti che attraversano l'intero areale del Primitivo di Manduria Doc. L'enologo è Leonardo Pinto.

Degustiamo il Primitivo di Manduria Doc Lirica 2017, un rosso ben riuscito che associa un'intensità aromatica importante a una bevibilità non comune per la tipologia. E' ottenuto da uve Primitivo in purezza provenienti da vigneti di 15-25 anni di età allevati ad alberello e a spalliera. La densità d'impianto è compresa tra 4 e 5 mila ceppi per ettaro con rese si attestano intorno ai 90 quintali per ettaro. L'ampia superficie vitata a disposizione rappresenta una risorsa in più perchè permette di avere una grande quantità di uve sulle quali fare un'attenta selezione per ottenere costantemente un prodotto di qualità. La vendemmia ha luogo a inizio settembre. La vinificazione prevede una fermentazione alla temperatura controllata di 22-24 gradi centigradi con circa sette giorni di macerazione sulle bucce. Il vino matura in botti grandi di rovere di Slavonia per almeno 6 mesi.

Nel calice si presenta di colore rosso rubino carico. E' ricco e complesso all'olfatto con intensi sentori di frutta matura come ciliegia, ribes, prugna e fragola, affiancati da una nota vanigliata, chiodi di garofano e un tocco di tostatura. Il sorso è pieno, potente, ben strutturato, ma anche fresco, disteso e mai troppo largo. I tannini sono delicati e ben integrati, mentre il finale risulta molto lungo, fruttato e leggermente sapido. Si tratta di un vino piacevole e armonico, dotato di un'ottima versatilità negli abbinamenti con il cibo. E' ottimo con le grigliate di carne rossa, il maiale arrosto, l'agnello e i formaggi stagionati. Provatelo anche con i primi piatti molto ricchi della cucina di terra come le tagliatelle al ragù.

Rubrica a cura di Salvo Giusino

Produttori di Manduria
Via Fabio Massimo, 19 - Manduria (Ta)
T. 099 9735332
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.produttorivinimanduria.it

IL VINO IN PILLOLE

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Caterina Ceraudo

Ristorante Dattilo

Crotone

4) Olio e vino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search