Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 18 Giugno2022

di Federico Latteri

Scacciadiavoli si trova a Montefalco in provincia di Perugia, nell'area di tre diverse denominazioni, Montefalco Sagrantino Docg, Montefalco Doc e Spoleto Doc.

La sua storia ha inizio nel 1881, anno in cui un noto membro dell'aristocrazia romana, il principe Ugo Boncompagni Ludovisi, creò un'azienda vitivinicola in perfetto stile francese per la produzione su larga scala. Il nome deriva da quello di un esorcista che viveva nel borgo adiacente e, secondo i racconti tramandati, non riuscendo a liberare una donna dalla possessione con i suoi unguenti magici, provò con il vino rosso riuscendovi. Da allora il borgo e la zona circostante furono conosciuti come Scacciadiavoli.

(Liù e Iacopo Pambuffetti)

Nel 1954 la gestione passò ad Amilcare Pambuffetti che acquisì la tenuta dove appena quattordicenne aveva lavorato come garzone. Oggi alla guida troviamo sempre la famiglia Pambuffetti, noti industriali di Foligno nel settore agroalimentare, con i fratelli Amilcare, Carlo e Francesco, insieme a Liù e Iacopo, figli rispettivamente di Amilcare e Francesco.

La proprietà si estende complessivamente per 130 ettari, di cui 40 vitati, situati su diversi versanti collinari ad altitudini comprese tra 350 e 450 metri sul livello del mare. Il territorio è caratterizzato da un suolo franco argilloso e da un clima tendenzialmente continentale con inverni freddi e estati calde, ma ventilate. La varietà principale coltivata è il Sagrantino, accanto al quale troviamo gli autoctoni Grechetto e Trebbiano Spoletino e altri vitigni, compresi alcuni internazionali. Annualmente vengono prodotte circa 270 mila bottiglie, commercializzate per il 65 per cento in Italia.

Articolata la gamma di etichette con diversi rossi – Montefalco Sagrantino Docg su tutti - , vini bianchi e spumanti Metodo Classico. Ci è piaciuto molto lo Spoleto Doc Trebbiano Spoletino 2020, un bianco dal carattere deciso che si distingue per incisività, ricchezza di sfumature e originalità. Le uve, Trebbiano Spoletino cento per cento, provengono da una porzione dei vigneti adiacenti alla cantina che è situata a circa 350 metri sul livello del mare.

In quest'area troviamo un terreno argilloso ricco di potassio con proporzioni variabili di sabbia o ciottoli a secondo delle zone. Il sistema di allevamento utilizzato è il guyot, mentre le rese si attestano sugli 80 quintali per ettaro. La vendemmia viene effettuata nella seconda metà di ottobre. Venti quintali di uva vengono posti in un'anfora di cocciopesto, dove restano per un mese a macerare con le bucce. La restante parte viene pressata e il mosto ottenuto va in una botte da 16 ettolitri di legno non tostato, in un'anfora di terracotta da 7 ettolitri e in un Clayver da 4 ettolitri.

Ogni massa svolge la fermentazione (da lieviti indigeni) nel proprio contenitore, dove poi affina sulle fecce nobili per 9 mesi. Prima dell'assemblaggio vengono fatti gli assaggi al fine di decidere se fare il blend con tutti i vini o utilizzare solo quelli di alcuni contenitori (sia con l'annata 2019 che con la 2020 sono stati utilizzati tutti). Prima dell'immissione in commercio il Trebbiano Spoletino affina in bottiglia per almeno 9 mesi.

Nel calice si presenta di colore giallo paglierino carico tendente al dorato. E' intenso e complesso all'olfatto con sentori di frutta esotica netti e ben definiti, poi una parte speziata che vede lo zenzero e la curcuma in evidenza e infine una nota di scorza di limone candita. Colpiscono la varietà e le sfaccettature di un bouquet che ad ogni annusata sembra proporre qualcosa di nuovo.

Il sorso è fresco, ben strutturato, pieno nel gusto con la frutta molto presente al retronaso e equilibrato. Chiude lungo e sapido su cenni speziati. Un bianco veramente ottimo che si caratterizza per la riuscita combinazione tra carica aromatica, consistenza e slancio. Può essere abbinato a tantissimi piatti di pesce, a primi e antipasti di vario genere, minestre, zuppe o a formaggi freschi.

Rubrica a cura di Salvo Giusino

Azienda Agraria Scacciadiavoli di Pambuffetti
Località Cantinone, 31 - Montefalco (Pg)
T. 0742 371210
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.scacciadiavoli.it

IL VINO IN PILLOLE 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Paolo Barrale

Aria Restaurant

Napoli

4) Vino e percoche

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search