Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 11 Novembre2017


di Federico Latteri

Surrau è un’importante e dinamica realtà della Gallura, territorio della parte nord orientale della Sardegna. Si trova ad Arzachena in un’area situata non lontano dal mare alle porte della Costa Smeralda. 

E’ una zona particolarmente adatta alla coltivazione della vite con vallate soleggiate sulle quali soffia costantemente il vento e un suolo di natura granitica tendenzialmente sabbioso e molto ricco di scheletro. L’azienda nasce dalla volontà della famiglia Demuro di produrre vini di qualità e proporli in un modo nuovo attraverso il racconto del territorio con le sue caratteristiche, le sue tipicità e i suoi paesaggi unici. I lavori iniziano nel 2000 e nel 2004 si fa la prima vendemmia. Da allora c’è stata una crescita costante, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. Il Vermentino, varietà a bacca bianca dalla quale qui si ottiene l’unico vino a Denominazione di Origine Controllata e Garantita della Sardegna, il Vermentino di Gallura, rappresenta la quantità maggiore di uve coltivate. Sono inoltre presenti uve a bacca rossa come il Cannonau, il Carignano, il Muristellu (o Bovale Sardo) e gli internazionali Cabernet Sauvignon e Syrah.


(Alcuni vigneti di Surrau)

I vigneti si estendono per 50 ettari e sono divisi in sette tenute: Juannisolu, la proprietà più grande, circa 15 ettari situati a 150 metri sul livello del mare, Surrau, Moro e Spridda, complessivamente 20 ettari, tutti di Vermentino, Pastura, Andrea Gusi e infine Chilvagghja, 3 ettari di filari che circondano la cantina. Le pratiche agricole sono orientate verso il rispetto per la natura. Si usa la lotta integrata ai parassiti, sistema che prevede la massima riduzione dell’uso della chimica, ma si pensa di arrivare presto al biologico. I lavori in vigna e la vendemmia vengono effettuati manualmente.


(La cantina)

Per la vinificazione si utilizzano attrezzature all’avanguardia che consentono di ottenere grande qualità nel rispetto della materia prima e delle caratteristiche del terroir. Molto bello e accogliente il punto vendita annesso alla cantina con un wine bar dall’estetica curatissima nel quale è possibile degustare i vini. Questa struttura esprime un concetto importante che l’azienda vuole portare avanti, quello di mostrarsi al consumatore che può venire qui tutti i giorni, trascorrere momenti piacevoli e conoscere le attività produttive con un contatto diretto. L’enologo è Mariolino Siddi, ma c’è anche la consulenza del piemontese Beppe Caviola.


(Il punto vendita e wine bar)

L’attuale produzione, circa 330 mila bottiglie, è costituita da Vermentino per il 65 % e da vini rossi per quasi la totalità del restante 35 %. Il mercato più importante è la Sardegna che rappresenta il 60 % delle vendite, seguono il resto d’Italia e l’estero con un 20 % a testa. La gamma di etichette è composta da tre bianchi, il Branu, lo Sciala e lo Sciala Vendemmia Tardiva, tutti Docg Vermentino di Gallura, quattro rossi tra cui un Cannonau di Sardegna Doc e la sua versione riserva, due spumanti e due vini dolci, uno bianco da Vermentino e uno rosso da Cannonau e Muristellu.

Davvero ben fatto il Vermentino di Gallura Docg Branu 2016, perfetto esempio di spontaneità e piacevolezza. Ottenuto da uve provenienti da vigneti allevati a spalliera, è vinificato e affinato in acciaio. E’ frutto di un’ottima annata che ha dato vini equilibrati con un bel profilo aromatico. Offre un colore giallo paglierino con riflessi verdolini.

Al naso è fine e pulito con profumi di frutta a polpa bianca, note floreali e lievi sentori agrumati. In bocca mostra un’intensità maggiore rispetto a quella olfattiva. E’ fresco, fragrante, sapido e dotato di buona lunghezza. Straordinaria la beva. Ideale come aperitivo, può essere abbinato a tantissimi piatti della cucina di mare, dai crudi di pesce ai secondi non troppo elaborati. Si trova in enoteca al prezzo di 11 euro.

Rubrica a cura di Salvo Giusino

Surrau
Località Chilvagghja – Sp Arzachena - Porto Cervo
07021 Arzachena (Ot)
Tel. +39  0789 82933
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.vignesurrau.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Paolo Barrale

Aria Restaurant

Napoli

4) Vino e percoche

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search