Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 01 Aprile 2017
di C.d.G.

di Gianni Paternò

Morellino di Scansano, Doc dal 1978 e Docg dal 2007, è ricavato da un particolare clone di Sangiovese detto appunto Morellino per i suoi acini piccoli. 

Ci troviamo nelle colline grossetane con baricentro il piccolo borgo di Scansano, nella Maremma toscana in cui già gli Etruschi coltivavano la vite e dove nel 1972 alcuni viticoltori si riunirono in cooperativa.

Per i Vignaioli lo sviluppo è stato difficile, ha richiesto investimenti, ha dovuto superare le difficoltà di alcuni momenti ma l’entusiasmo e la voglia di fare bene è stata premiata. Oggi, dopo 30 anni di presidenza illuminata di Benedetto Grechi, che vi si dedica a tempo pieno, i soci sono 160 e gli ettari vitati 570 dove chiaramente la fa da padrone il Morellino di Scansano, declinato in tante versioni: dalle riserve, ai crû, ai classici, e in cui il Sangiovese deve essere almeno all’85%; oltre alla linea Horeca una per la grande distribuzione dove anche il Docg è ben presente. Un totale di 3 milioni di bottiglie annue di cui i 2/3 di Morellino di cui sono di gran lunga il maggior produttore, poi Vermentino, Trebbiano, Ciliegiolo e poco altro.


(Benedetto Grechi e Sergio Bucci)

Dal 2010 la guida del direttore ed enologo  Sergio Bucci, con la consulenza enologica di Paolo Cagiorgna, e di un nutrito staff di tecnici ha incrementato la filosofia di valorizzare il territorio, di fare del Morellino un vino di grande qualità e piacevolezza. L’attenzione alla qualità si esprime attraverso un severo disciplinare per cui si valutano l’adesione da parte del socio alle indicazioni tecniche, le condizioni del vigneto, la sanità delle uve e i loro parametri chimico-fisici.


(Grappoli di sangiovese Morellino)

Grande lo sforzo per valorizzare la sostenibilità ambientale col conseguimento della certificazione V.I.V.A. del Ministero dell'Ambiente che nasce con lo scopo di misurare e migliorare la performance di sostenibilità della filiera vite-vino. Qualificazione che non è fine a se stessa ma parte dal presupposto che la salvaguardia dell’ambiente è una condizione necessaria affinchè le 200 famiglie che gravitano sulla cooperativa abbiano la possibilità di vivere in un territorio salubre.
In quest’ottica da oltre un anno con la collaborazione delle Università di Pisa e Viterbo si sta sperimentando l’utilizzo dell’ozono quale potente disinfettante naturale sia nelle vigne che nelle botti e in cantina. La speranza è che possa sostituire, se non del tutto, almeno in gran parte anche lo zolfo e il rame. Comunque un decimo del vino è già certificato biologico.

Del vasto panorama dei Morellino della cantina degustiamo il crû Vigna Benefizio proveniente da viti di 15 anni su suolo arenareo-limoso a 150 m s.l.m, allevate con cordone speronato con 4000 piante/ha. La vendemmia a fine settembre quando le uve hanno raggiunto la perfetta maturazione fenolica; in cantina dopo la diraspatura una macerazione a 35° per 12 ore a cui segue la fermentazione con lieviti selezionati a 29° per 12 giorni: dopo la svinatura compie la malolattica naturalmente e matura per circa metà in barrique in parte nuove per 6 mesi. Chiarifica, filtrazione tangenziale, un riposo in bottiglia di 3 mesi, solfiti aggiunti in minima percentuale con un totale finale di meno di 80 mg/l.

Nel calice il colore è rosso rubino non intenso. Al naso arrivano prima piacevoli e complesse note terziarie di cacao, pepe nero, salvia, balsamo su un letto di amarene sotto spirito e di frutti di bosco. Un olfatto maturo e al contempo gioioso. Al palato ci immergiamo in un insieme tannico-acido vivace, quasi tagliente inizialmente ma che si sviluppa in una buona struttura e che cresce per armonia, abbastanza lungo.

Un Sangiovese col 5% di Cabernet Sauvignon che onora al meglio la tavola accompagnando un tagliere di salumi, un risotto con salsiccia, grigliate di carne anche grassa. Sono 60.000 bottiglie che trovate a 9 euro.

Vignaioli del Morellino di Scansano
Località Saragiolo
58054 Scansano (Gr)
tel. 0564 507288
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.cantinadelmorellino.it
 
 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Ciro Scamardella

Pipero

Roma

1) Raviolo di cavolfiore, vaniglia e capasanta

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search