Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 30 Gennaio2021

di Federico Latteri

Podere Casanova è situato in Val di Chiana, nel settore sud della zona di produzione del Vino Nobile di Montepulciano Docg.

Il nome è un omaggio a Giacomo Casanova, personaggio poliedrico del Settecento italiano che si trovò in varie occasioni in Toscana, dove rimase ammaliato dalla bellezza di Montepulciano e del suo territorio. A tre secoli di distanza la stessa cosa è successa a Isidoro Rebatto e Susanna Ponzin, una coppia di imprenditori nel settore della geotermia e delle energie rinnovabili.

(Isidoro Rebatto e Susanna Ponzin)

I due, veneti come Casanova e da sempre impegnati in progetti riguardanti la sostenibilità ambientale e la tutela del paesaggio, catturati dal fascino di questi luoghi, decidono di iniziare qui un nuovo percorso imprenditoriale e acquistano un podere: nasce così l'attuale azienda vitivinicola. La creazione di Podere Casanova ha un duplice significato, da un lato un ritorno alla natura, dall'altro raccontare le affinità culturali, artistiche ed enogastronomiche che intercorrono tra il Veneto e la Toscana.

Il nucleo centrale della proprietà è costituito dalla cantina di recente costruzione e dall'agriturismo con tre appartamenti indipendenti ricavati nel vecchio edificio sapientemente ristrutturato. Tutt'intorno si trovano i vigneti, a ovest dei quali c'è un fitto bosco e a est la valle con i laghi di Chiusi e di Montepulciano e, più distante, il lago Trasimeno.

Oggi l'azienda può contare su una superficie vitata di 16 ettari. Oltre al Sangiovese, qui chiamato Prugnolo Gentile, varietà alla base del Vino Nobile di Montepulciano, vengono coltivati Canaiolo, Grechetto, Verdello e vitigni internazionali. Sono circa 140 mila le bottiglie prodotte ogni anno. La gamma dei vini è composta da nove etichette: tre diversi Nobile di Montepulciano, un Rosso di Montepulciano, due Super Tuscan, un bianco e due spumanti. Preziosissima la collaborazione di Franco Bernabei, enologo di indiscusso valore.

Ci è piaciuto molto il Vino Nobile di Montepulciano Docg 2016, un classico che rappresenta bene lo stile aziendale. E' ottenuto da Sangiovese quasi in purezza (97 per cento) con un piccolissimo saldo di altre varietà autorizzate dal disciplinare. Le uve provengono da vigneti situati ad altitudini comprese tra 250 e 270 metri sul livello del mare su un terreno costituito da sabbie bruno giallastre con intercalazioni sabbioso argillose. Le viti, piantate nel 1998, sono allevate a cordone speronato. La densità d'impianto è di 6.250 ceppi per ettaro, mentre le rese si attestano intorno agli 800 grammi per pianta. La vendemmia viene fatta a mano durante la prima decade di ottobre.

La vinificazione prevede fermentazione alcolica in tini troncoconici di acciaio inox alla temperatura controllata di 26-28 gradi centigradi per 20-25 giorni, pressatura soffice, selezione delle differenti frazioni di mosto e fermentazione malolattica in acciaio. Il vino matura in barrique, tonneau e botti da 1.000 litri per un anno e mezzo e poi affina in bottiglia per 6 mesi.

Nel calice si presenta di colore rosso rubino intenso. Ha un naso fine e variegato nel quale i profumi di frutta rossa matura e prugna sono accompagnati da note floreali scure, tenui sentori di sottobosco e un pizzico di tabacco. In bocca è fresco, abbastanza morbido, dotato della giusta consistenza e di tannini ben presenti, fitti e smussati. Lungo e appena amaricante il finale. Si beve facilmente grazie all'ottimo equilibrio che lo rende molto piacevole. E' un rosso che dà il meglio di sé a tavola, dove è in grado di accompagnare un gran numero di pietanze. Sarà perfetto con le tagliatelle al ragù di cinghiale o altri primi particolarmente saporiti, piatti a base di carni rosse e formaggi stagionati. Da provare anche con i funghi porcini.

Rubrica a cura di Salvo Giusino

Podere Casanova
Strada provinciale 326, 196 - località Tre Berte
Montepulciano (Si)
T. 0578 896136; 335 8305927
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.poderecasanovavini.com

IL VINO IN PILLOLE

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

2) Medaglioni di rombo con patata e cicoriella, funghi cardoncelli e pomodorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search