Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il vino della settimana il 29 Giugno 2019
di C.d.G.

di Federico Latteri

Tre generazioni si sono alternati in questi terreni che si trovano a Castellammare del Golfo in provincia di Trapani.

Siamo in contrada Balata Inici. Qui sorge l'azienda Magaddino, oggi gestita da Simone Magaddino. E "famiglia" qui è un concetto molto chiaro. Poco più di 25 mila le bottiglie prodotte ogni anno, con tre varietà: il Catarratto, il Nero d'Avola e l'immancabile Grillo. Lo scorso anno l'azienda ha iniziato un progetto specifico per la vinificazione dello zibibbo, "la varietà - dice Simone - che rappresenta la storia della nostra Sicilia. Un vino che esprime la tipicità del nostro territorio, delicato e profumato dal giusto equilibrio".

I vigneti si trovano a circa 15 chilometri dalla cittadina trapanese. Il clima è quello mediterraneo, in grado di esaltare la tipicità del territorio. "Il nostro obiettivo  - continua Simone - è puntare sulla qualità e far emergere il più possibile le potenzialità di un terroir unico". Pian piano, Magaddino si sta facendo conoscere, anche a livello internazionale, dove ha conquistato parecchi riconoscimenti. L'azienda è in biologico.

Abbiamo degustato lo Zibibbo 2018, un bianco secco ottenuto dall'omonima varietà  autoctona che esprime molto bene il carattere solare e mediterraneo della Sicilia attraverso la sua ricchezza aromatica. Le uve provengono da un vigneto a controspalliera situato ai piedi del monte Inici nel territorio di Castellammare del Golfo. Ci troviamo ad un'altitudine di circa 300 metri sul livello del mare in una zona con suoli di natura prevalentemente calcarea. La vendemmia viene fatta durante la prima decade di settembre. La vinificazione prevede pigiadiraspatura, 12 ore di criomacerazione, una pressatura soffice e la fermentazione alla temperatura controllata di 15 gradi centigradi. Il vino affina in acciaio per un breve periodo.

Nel calice si presenta di colore giallo paglierino carico. Ha un naso intenso caratterizzato da profumi di rosa e zagara, arricchiti da sentori agrumati e da un cenno di pesca bianca. Il sorso è fresco, ben strutturato, sapido e abbastanza persistente. Ottimo l'impatto gustativo e piacevoli le note di petali di rosa che accompagnano la chiusura. E' perfetto per l'aperitivo insieme a stuzzichini di vario genere, ma anche da solo. Si abbina molto bene a piatti tipici siciliani come le sarde a beccafico e la caponata di melanzane, oppure ad altre ricette a base di ortaggi. Da provare con le preparazioni in agrodolce e con la cucina orientale.

Rubrica a cura di Salvo Giusino

Magaddino
Contrada Balata Inici, 17 - Castellammare del Golfo (Tp)
t. +39 331 7183967
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.magaddinovini.com
 

IL VINO IN PILLOLE


Commenti   

0 #1 Sansone Gianluca 2020-08-24 22:12
E' un vino buonissimo e profumato. Io l'ho abbinato ad un menú di pesce gustato al Mistral di Castellamare del golfo.
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Ciro Scamardella

Pipero

Roma

1) Raviolo di cavolfiore, vaniglia e capasanta

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search