Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'anticipazione il 22 Settembre 2011
di Redazione


Vigneti Tasca d'Almerita tenuta Regaleali e Giuseppe Russo 

Con i premi dell’anno della guida ai vini 2012 del Gambero Rosso la Sicilia quest’anno fa il colpaccio.

Tasca d’Almerita è la cantina dell’anno. E Giuseppe Russo, produttore etneo a Passopisciaro di Castiglione è il viticoltore dell’anno. Un uno-due di alto livello che fa balzare la Sicilia sul podio come non accadeva da qualche anno. Premi dell’anno prestigiosi. Per Tasca d’Almerita è un traguardo davvero importante, un riconoscimento a una continuità di grande spessore: un’azienda che rappresenta il passato, il presente e il futuro dell’enologia d’Italia sebbene tutto sia partito un bel po’ di tempo fa dal cuore più profondo della Sicilia, quella Regaleali tra le colline delle provincie di Palermo e Caltanissetta, che è l’inizio di tutto. E con questo premio i Tasca possono collocare sull’albo d’oro un 2011 pieno di soddisfazioni su vari versanti.

Non meno importante è il premio di Giuseppe Russo, vigneron etneo e titolare dell’azienda Girolamo Russo (il nome del padre), che conquista il premio come viticoltore dell’anno. Non sarà sfuggito al Gambero Rosso il suo lavoro da appassionato e custode del territorio. Poche decine di migliaia di bottiglie, tre rossi, vigneti più unici che rari. E la riscoperta del valore vino per uno che nella vita coltiva una bella passione per la musica classica. Tutto questo in una zona, quella del vulcano più alto d’Europa, che non smette di sorprendere gli amanti del vino di mezzo mondo. Da Regaleali all’Etna. Ce n'è per brindare.

F. C.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search