Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'appuntamento
di Redazione

Sabato 16 aprile a Castelbuono il secondo appuntamento con l’iniziativa. I due territori siciliani insieme nelle tradizioni gastronomiche dei fratelli Borrello e dello chef Peppe Carollo

 

Due territori e due grandi scuole culinarie siciliane tornano a confrontarsi su un tema prestigioso quale il Presidio Slow Food del Suino nero dei Nebrodi nella cena evento che si terrà, sabato 16 aprile, al ristorante “Nangalarruni” di Castelbuono.

Il progetto, infatti, prevede due serate (la prima si è svolta il 26 marzo) in cui i due territori si incrociano, ponendo al centro dell’incontro, l’elemento che hanno in comune: il suino nero dei Nebrodi. «Si tratta di un’iniziativa che nasce dall’idea di creare un incontro fra territori, i Nebrodi e le Madonie – spiega Rosario Gugliotta, di Slow Food Valdemone Messina – non sarà un momento di incontro solo tra prodotti tipici, ma anche tra ambiente e ristoratori. Sono, infatti, due realtà territoriali accomunate da una ricca biodiversità, ma allo stesso tempo ciascuna possiede precise peculiarità».
Le cucine sono quella di Peppe Carollo, pluripremiato chef del ristorante di Castelbuono e quella dei fratelli Borrello, dell’omonima trattoria di Sinagra, ai piedi dei Monti Nebrodi, antesignani della filiera corta di qualità. Gli chef racconteranno i loro piatti, e soprattutto il rapporto delle pietanze con il territorio, in una esperienza unica e di alto profilo culinario. Sarà, dunque, un menù a base di piatti ispirati dalle specialità tipiche dei territori, ma legati al suino nero: dal prosciutto crudo e il lardo al filetto e alla provola, dal roast beef alla spalla. Ci sarà spazio anche per i vini, offerti dall’azienda “Fontanafredda” di Serralunga d'Alba, in provincia di Cuneo.
«La scelta dei due ristoratori deriva dalla volontà di ripercorrere, attraverso le loro creazioni culinarie, la trasformazione del prodotto, dall’interpretazione più tradizionale e classica dei fratelli Borrello a quella più innovativa e creativa dello chef Peppe Carollo» - continua Gugliotta, sottolineando, infine, l’importanza di un «allevamento genuino, come quello messo in atto nella filiera dei fratelli Borrello, basato su metodi naturali in cui gli animali, vivendo nel benessere e in assenza di stress non producono endotossine, costituendo così un vantaggio enorme per la salute del consumatore».

Federica Cortegiani

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

GLI APPUNTAMENTI

LE RICETTE DEGLI CHEF

Maurizio Albarello
Trattoria Antica Torre
Barbaresco (Cn)

Stefano Mazzone

Grand Hotel Quisisana

Capri (Na)

2) Tortelli di cipolle al burro di acciughe e pecorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search