Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'azienda il 27 Marzo2020
Maurizio Zecca

 

di Margherita Maniscalco

La birra che nasce per passione. L’idea che si trasforma in un birrificio artigianale. È una delle realtà più promettenti della Puglia e ne parla il suo ideatore ed amministratore delegato Maurizio Zecca.

Parliamo di Birra Salento, l’azienda di Leverano in provincia di Lecce la cui storia comincia con Fernando, il papà che, senza saperlo, ha dato vita a quella che sarebbe stata l'attività delle generazioni future della sua famiglia ed impresso in loro una visione che sarebbe poi diventata realtà. Racconta Maurizio Zecca: “Era il 1986 quando fu avviata la mia prima attività, in quell'anno nacque la Mebimport, azienda di distribuzione di bevande, vini e birre presso i canali Horeca e Superhoreca. L'attività è adesso una realtà italiana e contribuisce alla distribuzione di Birra Salento”. Poi nel 2008 l’idea del birrificio:  “Iniziammo a sperimentare le prime ricette di birra artigianale, attraverso la formula del Beer Firm, appoggiandomi ad autorevoli mani come quelle di Teo Musso di Baladin ed inizia così la nostra produzione. Il grande passo per noi arriva nel 2017, quando decidiamo di spostare la produzione sul nostro territorio acquistando un impianto per produrre la birra della capacità di 50 ettolitri e grazie all'aiuto di diversi birrai italiani e d'oltralpe iniziamo a produrre le nostre birre scegliendo di utilizzare materie prime della nostra regione, la Puglia, di grande tradizione cerealicola”. Il legame col territorio diventa così un presupposto essenziale perché grazie all'aiuto dei ricercatori dell'Università del Salento abbiamo selezionato le prime piante di orzo sperimentale e da lì è partito il raccolto di orzo per la nostra produzione”.

L’orzo per Birra Salento viene così mandato a un maltificio di Melfi, in Basilicata, che lo rispedisce pronto per una nuova cotta. Inoltre nelle ricette vengono utilizzati anche altri prodotti pugliesi, ad esempio il peperoncino, che permettono di aggiungere un tocco tutto salentino alle birre. Oggi l’azienda vanta la produzione di ben 13 tipologie di birre artigianali, 20 collaboratori ed una distribuzione nazionale che fa l'occhiolino anche all'esportazione verso Asia ed Emirati Arabi. Non male visto che l’export rappresenta circa l'8% del fatturato. “Associato al birrificio - racconta ancora Zecca - abbiamo creato un brewpub con circa 250 posti a sedere, nel quale si possono degustare sul posto le nostre birre con la possibilità di acquistarle, ed incluso nel brewpub c'è un impianto pilota di 6 ettolitri nel quale possiamo sperimentare sempre nuove creazioni che vengono sottoposte ai nostri clienti. Le ricette che ricevono maggior gradimento da parte del pubblico passano allora alla produzione ed alla distribuzione”. Un progetto che permette la creazione di birre sperimentali ed uniche e rappresentano un modo sicuramente originale di avere un anticipo sulla risposta del pubblico.

Tra tante birre prodotte Maurizio Zecca ne ha qualcuna che predilige. “Vado particolarmente fiero della “Agricola”, una birra in stile lager prodotta con il metodo della bassa fermentazione, ottenuta grazie alla collaborazione con la birraia tedesca Angela Wurges e della “Nuda e Cruda” una birra in stile pils anch'essa in bassa fermentazione, ricetta che abbiamo sviluppato con il birraio ceco Martin Vrba”. spiega con un pizzico di orgoglio. E tra i progetti futuri? “Sicuramente il mio sogno è quello di accorciare sempre più la filiera produttiva ed a questo proposito è già in corso la coltivazione dei luppoli necessari alla nostra produzione. Siamo ancora in fase sperimentale ma abbiamo già degli ottimi risultati che ci lasciano ben sperare. Inoltre stiamo lavorando alla realizzazione di un maltificio, per poter maltificare noi stessi i grani che produciamo. È un progetto imponente ma sicuramente possibile”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search