Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'azienda
di Redazione

L’azienda vinicola Pietradolce di Castiglione di Sicilia, a Catania, lancia due nuove etichette.

 Due monovitigni che saranno pronti il prossimo anno. “Si tratta – anticipa Michele Faro (nella foto) della cantina che sorge tra terra e mare fondata nel 2005 – di un bianco ed un rosso”. Sin qui nulla di eccezionale, se non che è il loro primo Etna bianco ottenuto da uve Carricante ed il primo cru proveniente da uve di Nerello Mascalese.
“Il bianco, del quale ancora non sappiamo nemmeno il nome, - prosegue Michele – sarà pronto ad aprile del 2012 e le uve provengono da un vigneto di cento anni fa”. Cinquemila bottiglie sarà all’incirca la produzione. Meno per il rosso, che vendemmiato nel 2010, si trova nella fase di affinamento. “Si tratterà di circa tremila bottiglie. Sarà il nostro primo cru. Le uve provengono da vigneti di settantacinque anni fa che si trovano in contrada Marchese”. Sarà una fascia medio-alta quella a cui punterà l’azienda, “presumiamo che per il bianco non vi sarà nemmeno filtratura”. Del resto l’obiettivo dell’azienda è quello di coltivare solo vitigni autoctoni allevati secondo la tradizionale forma ad alberello. “Ci auguriamo di incontrare il gusto dei consumatori – conclude Michele Faro – come è accaduto per il nostro Etna doc Archineri che ha anche ottenuto diversi riconoscimenti”. Tra questi, classificato tra i migliori 50 vini rossi d’Italia del 2010 dal mensile di Milano Finanza Gentlmen.

S.P.
 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

GLI APPUNTAMENTI

LE RICETTE DEGLI CHEF

Maurizio Albarello
Trattoria Antica Torre
Barbaresco (Cn)

Stefano Mazzone

Grand Hotel Quisisana

Capri (Na)

2) Tortelli di cipolle al burro di acciughe e pecorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search