Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'azienda il 26 Luglio 2011
di Redazione

Cambio della guardia alle Cantine Ferrari. Dopo oltre 50 anni di impegno come presidente del gruppo delle bollicine Gino Lunelli (nella foto a sinistra) passa il testimone al nipote Matteo (nella foto a destra).

Si completa così il ricambio generazionale preparato con attenzione per assicurare un futuro all'impresa nata 110 anni fa. L'azienda dello spumante conferma il suo carattere familiare e mette nero su bianco in un patto le regole per assicurare un equilibrio tra i parenti-soci. «Con la seconda generazione Ferrari è diventata il numero uno in Italia. La sfida per noi della terza generazione è crescere all'estero», ha spiegato in un incontro a Milano il neo presidente Matteo Lunelli, preannunciato da settembre l'avvio, per la prima volta, di campagne pubblicitarie in Giappone, Russia e Germania. Senza peraltro trascurare il nostro paese dove la famiglia trentina, che già controlla marchi come la grappa Segnana e l'acqua Surgiva, è pronta a crescere attraverso altre acquisizioni. «Vorremmo a essere uno dei protagonisti nel processo di consolidamento nel frammentato mercato del vino in Italia», ha spiegato il nuovo numero uno della Cantine Ferrari. Al suo fianco è stato confermato come amministratore delegato il manager Guido Pianaroli (ex Lvmh) mentre in Cda sono entrati Marcello, Camilla e Alessandro Lunelli, i cugini che già ricoprono ruoli operativi in azienda. Il board della holding di famiglia, la Lunelli Spa, ha poi accolto nomi noti del mondo della finanza: l'ex presidente delle Fs Innocenzo Cipolletta e l'ex banchiere Lino Benassi. Ma l'apertura della casa dello spumante metodo classico si ferma qui. Non sono in vista nuovi soci, nè c'è alcuna intenzione di approdare in Borsa. Del resto - viene sottolineato - in cassa i soldi non mancano. Come anticipato dal quotidiano L'Adige, Ferrari ha chiuso il 2010 con ricavi per 54 milioni e 6,9 milioni di utile. E, come da tradizione, il grosso dei profitti viene reinvestito in azienda.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search