Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'azienda il 25 Gennaio2022
Giacomo Funaro

di Francesca Landolina

Non un “Grillo” per la testa, bensì due.

Un nuovo spumante metodo classico, vendemmia 2020, che uscirà a dicembre del 2023, e un Grillo in purezza, vendemmia 2021, che per la prima volta, in casa Funaro, “dialoga” con il legno, affinando all’interno di una botte grande in rovere francese leggermente tostato da 25 ettolitri per circa un anno. Sono le due novità che Giacomo Funaro, della cantina del territorio di Santa Ninfa in provincia di Trapani che gestisce insieme al fratello Clemente e alla sorella Tiziana, ci anticipa durante la nostra intervista. "Il nuovo metodo classico è una sperimentazione con quest’uva particolare per noi che arriva dal vigneto di Salemi, ad un’altitudine di circa 150 metri sul livello del mare da un terreno ricco di sostanza organica, che presenta una struttura limosa-argillosa – afferma il produttore – Sappiamo che le bollicine ci hanno dato sempre grande soddisfazione, come nel caso del Vsq Extra Brut Metodo Classico Millesimato Biologico da uve Chardonnay. Ora vedremo come si comporta il Grillo”. E ancora una volta è l’uva autoctona a bacca bianca della vigna di Salemi ad essere protagonista di un altro vino dalle grandi aspettative: il primo bianco ad affinare in legno per la cantina Funaro. “Ammetto di aver sempre preferito l’affinamento in acciaio per le uve a bacca bianca, ma a volte le eccezioni vanno fatte. Questo non è un vino che nasce da un’idea prestabilita. Al contrario, tutto è partito dall’uva che ci siamo ritrovati tra le mani durante la vendemmia 2021. Le caratteristiche emerse erano tali, in termini di acidità e profumi, che è stato del tutto spontaneo chiedersi in che modo valorizzarla al meglio. L’idea della botte grande è nata da un confronto con i miei consulenti enologi. Per il momento il vino è in botte. Non so ancora se sarà filtrato o meno. Non so quando uscirà, saranno gli assaggi a svelare la sua identità. Per me è una scommessa. Mi aspetto un vino complesso, che sappia emozionare".

La cantina Funaro, a conduzione biologica certificata, non è del resto estranea alla voglia di sperimentare e il produttore racconta i suoi progetti con l’entusiasmo di chi inizia una nuova avventura. Già nell’aprile del 2021 aveva presentato le sue tre etichette nate dalla collaborazione con l’enologo Alessandro Viola: tre vitigni autoctoni per vini non filtrati, fermentati senza l’utilizzo di lieviti indigeni selezionati; in purezza, Perricone, Inzolia e Zibibbo macerato. Come sono stati accolti dal mercato? “Posso dire che è andata bene – afferma - Lo Zibibbo, dei tre, è stato il vino più apprezzato; sono arrivati molti feedback positivi. Dicono che sia un vino che fa emozionare. Ma anche Perricone e Inzolia hanno ottenuto un buon riscontro. L’annata 2021 li migliorerà ancora. Quanto al commercio, c’è da dire una cosa: i vini naturali non sono apprezzati proprio da tutti. La nostra cantina è posizionata su un altro mercato e da una parte c’è il vantaggio di far conoscere questi vini ai nuovi clienti e dall’altro la difficoltà ad inserirsi in alcuni mercati esteri esclusivi per i vini naturali. C’è bisogno di tempo. Ma nel complesso le 15 mila bottiglie prodotte sono state quasi tutte vendute. Le nuove annate usciranno tra marzo e aprile. Se rifarei questo progetto? Assolutamente sì. Sono vini che mi regalano l’emozione di emozionare".

L’azienda produce oggi circa 225 mila bottiglie, vendute per il 65 per cento in Italia (il 70 per cento del fatturato italiano arriva dalla Sicilia) e per il 35 per cento all’estero. “Nel 2021 abbiamo ripreso i volumi del 2019. C’è stato un calo in Giappone, ma una crescita negli Stati Uniti. Poi ci sono paesi nei quali la pandemia sembra non aver cambiato nulla, come la Germania e il Belgio che acquistano con regolarità”. L’emergenza sanitaria, tuttavia, ha fermato alcune attività che riguardano soprattutto l’enoturismo. “Abbiamo un bel progetto che prevede visite guidate e un servizio ristorazione per abbinamenti vino-cibo dedicati agli enoturisti. E la costruzione di sei camere per alcuni ospiti e clienti da sfruttare nel periodo estivo, ma al momento ci siamo fermati in attesa di conoscere gli sviluppi della pandemia. Sono comunque ottimista, credo che siamo alla fine di questo lungo periodo ostile e presto ci sarà una grande ripartenza”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Carmine di Donna

www.carminedidonna.it

2) Babà

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search