Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'azienda il 20 Aprile2011

Ajello sceglie la strada dei lieviti autoctoni con l’attivazione di un laboratorio che dal prossimo anno sarà deputato alla sperimentazione microbiologica.

Lo fa sapere il produttore della cantina di Mazara del Vallo, Salvatore Ajello che annuncia un progetto di produzione sempre più orientata alla territorialità, alla valorizzazione delle cultivar autoctone e ad una gestione della vigna con il minor impatto ambientale. “Il mercato chiede vini autoctoni di buona qualità. Tutti noi produttori ci siamo oramai orientati agli autoctoni. Ciascuno poi esprime le diversità a secondo il territorio di origine. Penso che utilizzare i lieviti naturali sia un supporto aggiuntivo per la distinzione territoriale del vino ”, spiega il produttore. La fermentazione naturale senza lieviti aggiunti non è la sola metodologia per salvaguardare l’unicità del vino, da un anno altre sono state adottate dalla cantina per preservare l’apporto del frutto stesso. “Già dalla scorsa vendemmia, per le uve bianche abbiamo deciso di ricorrere per tutta la filiera, sin dalla fase di trasferimento, all’anidride carbonica”. E aggiunge sulla lavorazione dei rossi: “Facciamo la microssigenazione per preservare il corredo aromatico ed il colore”. Se per Ajello il vino deve solo parlare di territorio, nel caso di Mazara del Vallo vi deve essere anche una denominazione che lo tuteli.
Questo l’appello più volte lanciato dal produttore: “Auspico una variazione della Doc Delia Nivolelli, ad oggi  utilizzata solo da due cantine del territorio, ci vuole una denominazione più aderente a tutto il territorio della Val di Mazara. Significherebbe allargare le maglie territoriali di quella attuale e stringerle come disciplinare per valorizzare i vini autoctoni”. La proposta di una Doc Val di Mazara, come tutte le doc, per il produttore sarebbe poi una carta che andrebbe giocata insieme a quella della Doc Sicilia, verso cui si pronuncia favorevolmente. “La vedo come uno strumento per tutelare la qualità del prodotto originale reale. Un modo per far rimanere il valore aggiunto nel territorio. Altrimenti dobbiamo continuare ad assistere ad un valore che sfugge dalla Sicilia se continuiamo a consentire che produttori di fuori imbottiglino il nostro vino sfuso. La Doc Sicilia può andare bene solo se valorizza però le sottozone”. Sul pronostico positivo il produttore riserva anche un po’ di scetticismo: “La vedo per ora come tutte le cose siciliane. Credo che ancora si perderà del tempo però è un progetto che credo utile per difendersi anche in questo momento particolare in cui dobbiamo confrontarci con altre nazioni mentre il mercato chiede vino di alta qualità a prezzo basso”.

Manuela Laiacona

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Riccardo Camanini

Ristorante Lido 84

Gardone Riviera (Bs)

1) Sarda di lago affumicata e fritta

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search