Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'evento il 30 Maggio 2016
di C.d.G.

Si è conclusa “Italia, Amore mio!”, grande kermesse giapponese a celebrazione dell’Italia in Giappone, per la prima volta nel centro di Tokyo.

Per due giornate, tutto l’imponente complesso di Roppongi Hills ha ospitato il meglio dell’Italia - dal lusso al turismo, dal cibo alla grande musica, segnando anche la prima performance di Zucchero in Giappone. I visitatori stimati sono stati 25 mila nella giornata di sabato e 30 nella giornata di domenica.
L’evento è stato organizzato dalla Camera di Commercio Italiana in Giappone (Iccj) di Tokyo e ha goduto dell’attiva partecipazione dell’Ambasciata Italiana e della collaborazione di Enit, dell’Istituto Italiano di Cultura e dell’azienda Jet. La maggior parte degli oltre quaranta sponsor ha allestito stand nelle esclusive aree di “Oyane Plaza” e “66 Plaza” o nella “Roppongi Hills Arena”, dove è stato ricreato il clima di un mercato italiano. Proprio in quest’area un palcoscenico ha visto l’avvicendarsi di oltre 40 artisti, a partire da Zucchero - che si è esibito in coppia con il chitarrista Tomoyasu Hotei e ha raccolto oltre 5.000 spettatori nella giornata di sabato - e includendo il tenore Masafumi Akikawa, le giovani promesse Giovanni Caccamo e Marianne Mirage, la scuola calcio del Milan, numerosi cooking show tra cui quello tenuto dalllo Chef Andrea Tranchero che per l’occasione ha collaborato con l’hair stylist Franco Curletto per una performance artistico-culinaria, danze acrobatiche aeree del Teatro del Fuoco e shooting di moda con la partecipazione di Miss Italia e Miss Japan.
In apertura di manifestazione, Zucchero ha dichiarato davanti ai giornalisti: “sono stato ben sorpreso della generosità che mi ha riservato Hotei e il popolo giapponese. Sono davvero innamorato di questa cultura e spero di poter ricambiare questa accoglienza”. Zucchero ha dichiarato inoltre che ospiterà Hotei all’Arena di Verona in settembre, in occasione del suo prossimo tour.

Oltre ai grandi artisti, tema forte della manifestazione è stata la valorizzazione dei siti Unesco italiani, che hanno partecipato in massa: i siti della Sicilia, guidati dalla regione stessa; Matera e la Regione Basilicata, a capofila del progetto Mirabilia, accompagnata dai siti di Bari, Chieti e Taranto; la città di Torino con l’appoggio della regione Piemonte e della Provincia. Oltre alla partecipazione in piazza, sono state organizzate conferenze stampa, degustazioni e incontri con operatori.
Il presidente della Camera di Commercio Italiana in Giappone, Kuniko Fujinami Weeks, ha dichiarato: “Italia, Amore mio!" è stato il primo grande evento della nostra Camera di Commercio - normalmente attiva nella promozione delle aziende associate e del Made in Italy - a essere pensato e organizzato direttamente per il grande pubblico. Anche grazie alla clemenza del tempo, l’evento si è svolto meglio del previsto e l’affluenza è stata ottima, l’impatto sul pubblico notevole. Penso a tutti i giapponesi che sono venuti a trovarci e anche ai numerosi italiani residenti a Tokyo. Tutto questo non sarebbe comunque stato possibile senza il coinvolgimento dell’Ambasciata e di altre istituzioni come Enit e l’Istituto Italiano di Cultura, dei nostri sponsor e dello staff camerale e di tutti i collaboratori e volontari. Ringrazio inoltre i numerosi artisti di tutti per le loro emozionanti performance. E sulla base del successo di quest’anno, andiamo avanti e già da ora pensiamo alla prossima edizione".

C.d.G.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Antonio Zaccardi

Pashà Ristorante

Conversano (Ba)

3) Animelle, fagiolini e tartufo

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search