Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Giada Giaquinta

Christian Guzzardi
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Maddalena Peruzzi
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Marcella Ruggeri
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni
Alessia Zuppelli

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'iniziativa il 20 Settembre2018

Quaranta giovani talenti del vino, 16 nazioni rappresentate, oltre 40 vini italiani e stranieri degustati, tre serate assieme, tra il centro di Verona e la Valpolicella, e la promessa di rivedersi il prossimo anno per un nuovo momento di networking. 

Si è conclusa a Villa Della Torre, a Fumane di Valpolicella, la prima edizione dell'Allegrini Boot Camp, una full immersion nel mondo del vino dedicata ai suoi protagonisti del futuro, ma soprattutto del presente: sommelier, buyer, influencer, ristoratori, importatori e altri professionisti del settore. "Credo molto nel valore dei giovani e come riescono e riusciranno a essere testimoni delle nostre produzioni – spiega Marilisa Allegrini - Un'esperienza come questa permette loro di conoscere la Valpolicella, Verona ma soprattutto l'Italia. Vogliamo far innamorare questi ragazzi dell'Italia. Per noi sono preziosi per capire i valori da comunicare alle nuove generazioni. Abbiamo voluto raccontargli che Allegrini is a real thing: in un mondo fatto di marketing e di social media, trasmettere ciò che è tangibile fa capire realmente dove nasce la qualità del Made in Italy".

Dopo una visita nel centro di Verona, i ragazzi hanno seguito un seminario sui vini italiani e hanno visitato il centro di appassimento Terre di Fumane, dove in questi giorni stanno arrivando le uve che daranno vita all'Amarone 2018. Quindi si sono trasferiti nel vigneto Fieramonte per una prova pratica di vendemmia, introdotta da Franco Allegrini. La sera, una prima sessione di degustazioni e poi via alla cena nel prato di Villa Della Torre, trasformata per l'occasione in un "campus", e un party di benvenuto. I partecipanti si sono poi misurati in un contest sulla comunicazione del vino, il cui vincitore è risultato il progetto "Risorgimento Vineyard", che ha proposto il recupero di un vecchio vigneto sul colle Fumana, accanto a Villa Della Torre, da trasformare in un lab permanente di formazione vitivinicola.

Tra gli interventi che hanno caratterizzato l'Allegrini Boot Camp, quello del giornalista Aldo Fiordelli, che ha parlato di ciò che fa notizia nel mondo del vino, di Giuseppe Di Martino, amministratore dell'omonimo gruppo, che si è concentrato sul rapporto tra pasta, di cui è produttore, e vino, di Stevie Kim, managing director di Vinitaly International, che ha portato la sua testimonianza di una vita spesa nel digital marketing, e di Martino Crespi, di Jeunes Restaurateurs, che ha affrontato il tema della figura del sommelier durante gli eventi. Le degustazioni, a cura dei top sommelier Walter Meccia e Gennaro Buono, hanno condotto i ragazzi in un viaggio alla scoperta dei grandi vini monovarietali italiani e delle particolari espressioni che gli stessi vitigni assumono in territori diversi.

I giovani, provenienti da Stati Uniti, Olanda, Russia, Italia, Germania, Norvegia, Messico, Svezia, Islanda, Israele, Inghilterra, Ghana, Slovacchia, Polonia, Portogallo, Ucraina, si sono dati appuntamento al prossimo anno. In particolare, i vincitori del contest saranno ospiti nel 2019 delle aziende della famiglia Allegrini, in Valpolicella, a Bolgheri e a Montalcino.

ALCUNE FOTO DELL'EVENTO













Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2023 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search