Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'iniziativa il 24 Luglio2012

 

Pendono sulla sua testa ben sette capi d’accusa.

Al processo si prospetta un lungo dibattimento. Sul banco degli imputati sale l’Aglio rosso di Nubia, la perla di Trapani che cresce a ridosso del mare e presidio Slow Food. E infatti il Museo del Sale di Nubia,si trasformerà per un giorno in un tribunale speciale. L’iniziativa è proposta dall’Accademia Italiana della cucina delegazione di Trapani. Ci sarà la Corte con i giudici a latere. Ci saranno anche il pubblico ministero, il collegio di difesa e il cancelliere, i consulenti tecnici per il P.M. e quelli per la difesa. Avrà luogo alle 10 il  29 luglio.

Il mondo accademico, della Giustizia, del Giornalismo e della Medicina e della Zootecnia,  si riunirà per mettere al vaglio pregi e difetti di questo prodotto d’eccellenza made in Sicily. “Si tratta di un processo semiserio. Vogliamo farlo per farlo conoscere, per salvaguardarlo e tramandarlo ai posteri. Ha proprietà uniche, oltre quelle afrodisiache più note. Un vanto di tutto il territorio, colonna della cultura gastronomica del luogo”, spiega Ignazio aversa organizzatore e coordinatore della delegazione.

Un prodotto talmente speciale, perché cresce nutrito dal sale, che si vuole tutelare nella sua espressione più canonica e apprezzata, nella ricetta aglio, olio e peperoncino. E infatti, proprio questa verrà depositata presso la Camera di Commercio. “Nessuno potrà rivendicarla. E’ una nostra ricetta, fa parte della nostra storia. Verrò depositata perché ne rimanga traccia”, dichiara Aversa.
 
Davanti al giudice e alla giuria verranno portate le prove della difesa cucinate dallo chef Giuseppe Giuffrè, nominato Gran Priore dell’Associazione “A Pasta cu l’agghia a trapanise”. Così la giuria, prima di ritirarsi per deliberare, dovrà valutare al piatto: bruschette, busiati e jolanda con l’agghia a trapanise accompagnate da patate fritte, salsiccia in punta di coltello.

Ecco i capi d’accusa:

Attentato alla linea e alla salute per avere, rendendo sapidi e più  appetibili gli alimenti,  arrecato grave nocumento all’armonia fisica  e alla salute degli umani;
 
Atti di libidine culinaria continuata per avere, in concorso con altri elementi di perversione (quali spaghetti, pane, bruschette, pomodoro, patatine, olio d’oliva e altro), provocato o comunque eccitato la libidine gastronomica delle persone;
 
Concorso in commercio di prodotti alimentari pericolosi per la salute (artt. 110, 444 c.p.) per avere agevolato e favorito la diffusione  e il commercio di sostanze destinate all’alimentazione umana pregiudizievoli per  la salute pubblica;
 
Attentato all’unità delle coppie per avere, provocando rilevanti alitosi, gravemente compromesso le loro manifestazioni di affettività;
 
Strage (art. 422 c.p.) per avere determinato innumerevoli  ecatombi  di vermi solitari ( taenia solium ) 
 
Genocidio (legge 9/10/1967 n. 962) per avere cagionato o comunque concorso a cagionare l’estinzione dei vampiri nella Valachia rumena;
 
Concorso esterno in criminalità organizzata (artt.110 – 416 bis c.p.) per avere, con le condotte sopra elencate e altre ancora parimenti turpi e deplorevoli, destabilizzato l’ordinato svolgimento delle relazioni sociali.

I protagonisti del processo: 

La Corte
Presidente ed estensore:
Francesco Garofalo, Presidente di Sezione del Tribunale di Trapani

Giudici a latere:
Antonino Osnato, Procuratore Generale Palermo.
Lucio Messina, Consultore Nazionale dell’A.I.C.
Antonio Ravidà, Coordinatore Territoriale Sicilia Occidentale dell’A.I.C.
Adelfio Elio Cardinale, Vice Ministro Sanità
Sen. Antonio D’Alì Solina, Presidente del Consorzio Universitario di Trapani
Biagio Martorana, Sindaco di Paceco
Vito Damiano, Sindaco di Trapani
Giacomo De Leo, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Palermo
Pietro Carriglio, Direttore Teatro Biondo - Palermo
Rossella Lelli, Direttore Sanitario dell’Istituto Zooprofilattico della Sicilia
Santo Caracappa, Direttore Area Palermo dell’Istituto Zooprofilattico della Sicilia
Piero Di Giovanni, Ordinario di Storia della Filosofia - Università di Palermo
Antonino Mancuso, Presidente della BCC «Sen. Pietro Grammatico» di Paceco
Giuseppe Barbera, Assessore Ville e giardini Palermo

Pubblico Ministero:
Salvatore Verga, Presidente del Corso di Laurea in Dietistica - Facoltà di Medicina - Università Palermo
Antonino Sugamele, Cassazionista

Collegio di Difesa:
Giacomo Dugo, Direttore del Dipartimento di Scienze dell’Alimentazione e dell’Ambiente - Università di Messina
Giovanni Vaccaro, già Consigliere Nazionale Forense - Governatore eletto del Rotary Club - Distretto 2010 a.r. 2014-2015
Arian Frasheri, Cardiochirurgo
Calogero Puntrello, Cardiologo
Giacomo Franzitta, Cassazionista

Cancelliere:
Anna Rosa Carriglio, Dirigente Cancellerie Civili, Tribunale di Trapani

Consulenti tecnici per il P.M.:
Vincenzo Messina, Direttore Area emergenza Ospedale di Trapani
Fabrizio Carrera, Direttore del giornale di enogastronomia “Cronache di gusto”
Domenico Musacchia, Capo settore Ville e giardini- Palermo
Conte Vlad III Drakul, principe della Valachia - meglio conosciuto come Conte Dracula (videoconferenza)

Consulenti tecnici per la Difesa:
Alberto Sinatra, Presidente Ordine degli Avvocati di Trapani
Gianfranco Zarzana, Presidente Ordine degli Avvocati di Marsala
Benedetto Mirto, Pediatra
Bartolo Giglio, Presidente del Consorzio dell’Aglio rosso di Nubia

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search