Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'iniziativa il 24 Ottobre 2017
di C.d.G.


(Daniele Lopriore e lo chef stellato Giovanni Santoro - ph Gdr)

Secondo giorno della Gara di Gusto, la sfida di Cronache di Gusto che premia i migliori chef under 30 del Centro Sud. Siamo a Villa Neri, resort sull’Etna alle porte di Linguaglossa. 

Dopo la Basilicata e la Campania, che si sono sfidate ieri pomeriggio (leggi questo articolo per scoprire il primo finalista), oggi tocca a Puglia e Sicilia. I primi a sfidarsi tra i fornelli, sono gli chef pugliesi.


(Mirko Esposito, Carmine Chiarelli, Daniele Lopriore, Diana Pignatelli - ph Gdr)

A giudicare le loro preparazioni, una giuria composta da chef e giornalisti della stampa specializzata: Carlo Passera, Tania Mauri, Rocco Moliterni, Alessandra Meldolesi, Manuela Zennaro, Roberto Gatti, Rita Montanari, Elia Russo e Clara Minissale. Presidente di giuria lo chef una stella Michelin Giovanni Santoro dello Shalai di Linguaglossa. Tema di questa tranche è il pesce azzurro.


(ph Gdr)

Si parte con Diana Pignatelli dell’Agriturismo Le Caselle di Rignano Garganico, unica donna in gara tra i 12 chef di questa edizione. La giovane chef ha presentato lo Sgombro, pane alle alici, crema di rapa rossa e frutti di bosco, limone. 


(ph Gdr)

A seguire Daniele Lopriore della Masseria Garappa di Monopoli con la sua Alice nel paese delle meraviglie. 


(ph Gdr)

Si continua con Carmine Chiarelli di Borgo Vallerita di Ginosa: Bottone di pasta taralli con ripieno di alici, pomodoro e burrata e limone salato. 


(ph Gdr)

Infine, Mirko Esposito della Cantina del pozzo di Lucera, che ha preparato lo Sgombro, limone femminiello del Gargano in aceto, cioccolato bianco e germogli di rucola.  


(Carmine Chiarelli - ph Gdr)

A vincere questo turno è Daniele Lopriore, che passa quindi alla finalissima di gennaio in cui sfiderà il vincitore della gara di ieri, Giacomo Ignelzi, e il vincitore della gara della Sicilia di oggi pomeriggio. Menzione speciale per il piatto di Carmine Chiarelli, molto apprezzato dalla giuria. 

C.d.G.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search