Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'iniziativa il 04 Ottobre2011


Laura e Tony Lo Coco

Una vera passione per i fornelli. Una passione talmente viscerale da indurre il nostro nuovo protagonista della rubrica degli chef di Cronache di Gusto a lasciare, addirittura, il lavoro che faceva insieme al padre ed al fratello.

Tony Lo Coco, infatti, patron del ristorante I Pupi di Bagheria, prima di dedicarsi totalmente alla sua naturale inclinazione verso i fornelli, che poi diventò professione, dodici anni fa lavorava come artigiano nella bottega del vetro insieme alla sua famiglia. “Non era il mestiere che io avevo scelto – dice Lo Coco -. D’altra parte quando sei piccolo non sei cosciente e in grado di fare una scelta. Così pian piano capii che quel lavoro non mi apparteneva”. La conferma arrivò con la conoscenza della compagna di vita Laura: “Cominciai a frequentare il laboratorio di mio suocero e misi a frutto le mie doti culinarie che fino a quel momento sfruttavo solo a casa e nelle grandi occasioni familiari. Fu così che la passione diventò quasi lavoro, visto che i riscontri erano positivi”.

Dopo vari corsi di formazione e specializzazione Tony Lo Coco lavora prima al Cozzo dei Ciauli dandosi alla banchettistica e poi dal 2007 riesce a realizzare il sogno del ristorante. “Abbiamo voluto apposta non più di 28 coperti – dice lo chef del ristorante I Pupi –. Così siamo riusciti a mettere a punto lo studio della materia, del territorio e del kilometro zero conquistando anno dopo anno la fiducia e i complimenti dei clienti e della stampa”. La forza della ristorazione targata I Pupi è certamente la rivisitazione: “Gli ingredienti della tradizione restano - racconta lo chef - quello che cambia è la tecnica, le cotture e la presentazione del piatto. Un lavoro che costa ore di sperimentazione ma che facciamo con tanto amore e che ci dà, d’altra parte, tante soddisfazioni”.

Piera Zagone

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

2) Medaglioni di rombo con patata e cicoriella, funghi cardoncelli e pomodorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search