Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'iniziativa il 18 Novembre2015


(Paolo Panza, Davide Civitiello e Clelia Martino)

da Milano, Michele Pizzillo

Menù unico oggi in tutti i locali italiani di Rossopomodoro. La catena napoletana di pizzerie e cucina tradizionale napoletana che a Milano ha pure aperto Coq, locale che offre solo piatti a base di pollo, ha preso il meglio del nuovo menù e ha preparato una cena di degustazione per fare apprezzare alcuni dei prodotti e dei piatti di stagione più tipici della tradizione culinaria napoletana, “in modo da entrare appieno nell’atmosfera verace e genuina che Rossopomodoro intende ricreare”, dice Clelia Martino, la manager incaricata dello sviluppo dei punti vendita.

È la prima volta che il celebre marchio di pizzeria e cucina napoletana ha deciso di presentare alla clientela il nuovo menù stagionale proponendo una serata dedicata a una cena di degustazione, con alcuni piatti fissi attentamente scelti. Si potranno assaggiare alcune “chicche” della cucina partenopea più autentica, all’insegna dei sapori intensi e corposi tipici della stagione fredda. E, quindi, il ragù napoletano, preparato con i pezzi di carne intera e utilizzato per condire una pasta tipica di Napoli come i fusilli lunghi bucati: un primo piatto “forte” a cui se ne affianca uno più delicato, la zuppetta di fagioli cannellini e scarole in crosta di pane.

“Tutto il menù proposto da Rossopomodoro è all’insegna del calore e del tepore che certi piatti sanno trasmettere, come appunto una buona zuppa calda di legumi, oppure il pane grigliato su cui vanno a sciogliersi la scamorzina di bufala al forno al profumo di salvia e limone e la pancetta che presentiamo in uno dei due antipasti di degustazione”, spiegano Antonio Sorrentino e Enzo De Angelis, i due executive chef che da anni curano tutti i menù del brand, sotto la supervisione di Clelia Martino. Il primo è discendente di una famiglia di cuochi e da vent’anni lavora esclusivamente per Rossopomodoro. Invece De Angelis opera da anni nella ristorazione come barman e sommelier ed in forza alla catena napoletana dal 1994.
L’altro antipasto della sera invece rientra nel filone dello street food napoletano: pizzelle fritte al pomodoro, ricotta di bufala e cicoli napoletani, che fanno seguito all’aperitivo con prosecco e zeppoline di polenta sempre fritte, ma aromatizzate alle alghe e al nero di seppia.
Ovviamente nel menù degustazione di Rossopomodoro non può mancare la pizza, farcita con un “must” di stagione come provola, salsiccia e friarielli (chi ama i friarielli deve tornare per assaggiarli accompagnati ai paccheri, oppure nel panino con la porchetta Igp di Ariccia) e con un altro classico del momento, i datterini gialli con mozzarella e ricotta.

La conclusione è affidata ad un dolce ispirato al caffè corretto con la sambuca “che i nostri nonni bevevano al bar di prima mattina per scaldarsi, ma declinato in forma di panna cotta, con scaglie e salsa di cioccolato, e un classico della pasticceria napoletana come la caprese, realizzata senza farina ma solo con burro di bufala, mandorle e cioccolato”, aggiunge la Martino.
Il tutto ad un prezzo accessibile a tutte le tasche, con un calice di Aglianico e acqua. Insomma, un ottimo modo per farsi venire l’acquolina in bocca e desiderare di assaggiare tutti i piatti che da oggi rappresenteranno il nuovo menù di Rossopomodoro.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

2) Medaglioni di rombo con patata e cicoriella, funghi cardoncelli e pomodorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search