Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

L'iniziativa

Simone Cantoni

Il quarto appuntamento di “Abbina-Menti”, organizzato dal corso di laurea in Scienze e Tecnologie AgroAlimentari (Stal) del Dipartimento Saaf, Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali dell'Università di Palermo, si è concluso raggiungendo un alto numero di partecipanti tra studenti e pubblico esterno.

Gaetano Billeci

Eccoci al secondo appuntamento di “Abbina-Menti”, organizzato dal corso di laurea in Scienze e Tecnologie AgroAlimentari (Stal) del Dipartimento Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali dell'Università di Palermo. Questa volta si partirà da un magnifico palazzo del '500 Siciliano, restaurato nel 2008 da Gae Aulenti: Palazzo Branciforte a Palermo. Tra Storia, Cultura e Arte è custodita la cucina gourmet dello chef Gaetano Billeci. Cucinerà il piatto “Gravlax di pesce azzurro con panzerella di gambero Rosso, mousse di caprino, miele, mostrarda e cipolla fermentata all’umeboshi”. Curiosi? Anche noi. Ai piedi dell’Etna, l’olimpo della Sicilia Orientale, ci attenderà Salvo Foti con i suoi vini “Vulcanici”, pronto ad offrirci un calice di “Carricante Milo Etna Superiore”. L’azienda di Salvo Foti, “I Vigneri”, più che un’azienda vitivinicola è una storia d’amore tra la natura e l’uomo. Vitigni autoctoni, figli dell’Etna, coltivati con sapiente tecnica votati alla tradizione. Viti a piede franco e ad alberello etneo, aridocoltura, vinificazione in tini di legno, fermentazione con lieviti autoctoni e senza termocondizionamento, tutte scelte di un modo diverso di fare vino.

Dalla Sicilia orientale ci sposteremo ad Arona, in provincia di Novara, dove incontreremo la famiglia Guffanti Fiori, “Allevatori” di formaggi dal 1876. La famiglia Guffanti considera i formaggi alla stregua di puledri di razza da “allevare” in base a una pedagogia fatta di tempo, spazzolature, oliature, strofinature e rivoltamenti ad hoc. Chissà che “verso” fanno questi formaggi. A rendere più chiari gli aspetti scientifici e tecnici che incontreremo in questo viaggio ci sarà Cinzia Caggia dell’Università degli Studi di Catania, Federica Genovese e Gino Armetta. La partecipazione è aperta a Tutti e si svolgerà su Microsoft Teams. Questo è il link per collegarsi. Saranno Riconosciuti crediti formativi (CFU) agli Studenti di Scienze e Tecnologie Agroalimentari e Mediterranean Food Science and Technology come da vigente regolamento. Il coordinamento dei seminari è a cura di 
Paolo Inglese, Nicola Francesca, Concetta Maria Messina, Aldo Todaro, Filippo Sgroi, Claudio De Pasquale, Milko Sinacori, Valerio Lombardo. 

C.d.G.

LEGGI QUI IL PROGRAMMA COMPLETO 

I piatti di grandi 17 chef e gli champagne: la pasquetta casalinga è meno noiosa

La mutazione del vecchio proverbio “Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi”, per decreto del decisore politico (imposto da uno strano essere vivente non gradito che ha stravolto la nostra vita) potremmo sintetizzarlo in “Pasqua con pochi intimi (praticamente il coniuge e i figli conviventi)”, unici autorizzati a condividere la propria tavola, festività comprese.

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Isa Mazzocchi

Ristorante La Palta

Frazione Bilegno - Borgonovo Val Tidone

2) Raviolo di ravioli in sei stagionature di Parmigiano Reggiano

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search