Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'intervento il 28 Giugno2021
Massimo Bottura - ph Vincenzo Ganci

"Oggi che siamo ripartiti credo che chi ha investito nel capitale umano ha investito nel futuro. I miei ristoranti sono ripartiti esattamente con i volumi che avevamo pre-chiusura, mentre chi era in difficoltà ora lo è maggiormente".

E' un fiume in piena Massimo Bottura, chef e imprenditore di Modena, intervistato da Sky Tg Live in Firenze insieme al direttore della Galleria degli Uffizi Eike Schmidt sul tema "La lezione della pandemia per cibo e arte. "Sono un uomo - ha detto ancora Bottura - nel cui futuro c'è sempre il futuro, non posso navigare a vista. Conta quello stiamo costruendo. Il lockdown ci ha regalato tempo, per noi stessi, per stare in famiglia e per riflettere e noi abbiamo il dovere di immaginare progetti e sognare per affrontare la crisi a 360 gradi. E dei cento piatti immaginati nel lockdown, una decina entrano nel nuovo menu, mentre abbiamo aperto il ristorante con Ferrari, e tra 20 giorni apriremo a Tokyo con Gucci".

I turisti stranieri sono tornati, concordano Bottura e il direttore della celeberrima Galleria a Firenze, "ma non possiamo più avere sovra-turismo ma spargere i flussi nel territorio". Da qui il programma "La terra degli Uffizi" per promuovere una comunicazione unificata artistica, paesaggistica e enogastronomica, facendo uscire dai depositi dei musei opere d'arte per farle tornare nei luoghi diffusi dove c'è produzione agroalimentare e buona cucina. Tra i buoni lasciti della pandemia, secondo il direttore della Galleria degli Uffizi, il tempo ritrovato: "Ora la gente si prende tempo, prima agli Uffizi venivano i velocisti in visita per 30 minuti. Ora i visitatori si fermano per tre, quattro ore, fanno sosta in caffetteria, e poi continuano a immergersi nell'arte. Bisogna far così agli Uffizi, e non un selfie e via". Per Bottura "guardare un campo di grano vicino a un roseto rosso passione ti fa sembrare di essere in Paradiso. E Modena è campagna, auto veloci e cibo lento. Noi siamo piccole botteghe rinascimentali dove facciamo cultura e siamo ambasciatori della nostra agricoltura" ha concluso.

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Caterina Ceraudo

Ristorante Dattilo

Crotone

4) Olio e vino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search