Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'intervento il 24 Maggio2021

di Daniele Cernilli, DoctorWine

Vent’anni fa il cambio sequenziale era montato quasi solo sulle Formula 1. Ora si trova su diversi modelli di auto che vanno su strada, segno che la sperimentazione fatta a suo tempo su veicoli estremi ha portato a risultati utilizzabili su scala ben più vasta.

Mi veniva in mente questa considerazione quando ho visto che Giovanni Rana ha presentato una linea di ravioli ripieni di carbonara, una ricetta che fu inventata diversi anni fa da Heinz Beck, famoso e stellatissimo chef della Pergola del Rome Cavalieri di Roma. È stato, e credo sia, ancora uno dei cavalli di battaglie di Beck e, avendolo assaggiato un paio di volte, devo dire che era davvero uno splendido piatto, un omaggio di un grande chef austriaco a Roma, la città che lo ospita e dove lavora ormai dal 1993. Non so se Heinz Beck ha saputo che una ricetta sostanzialmente inventata da lui ha ispirato, non so se casualmente o volutamente, i ravioli di Rana, un prodotto sicuramente rispettabile, ma d’impostazione industriale e tirato in migliaia di confezioni, come minimo.

Di certo un ragionamento sul ruolo di sperimentatori che molti grandi chef sembrano avere, con ricette che in casi come queste vengono poi fatte proprie dall’industria alimentare, sarebbe da fare. Ricordo peraltro che persino Gualtiero Marchesi collaborò con un’importante industria, diversi decenni fa, per la realizzazione di piatti pronti surgelati e che alcune ricette di Carlo Cracco furono inserite, quando ancora si poteva mangiare in treno, nel menu dei Frecciarossa. Però in quel caso si trattava di accordi precisi fra gli chef e l’industria, cosa che nel caso di Beck non mi risulta sia avvenuto, ma potrei sbagliare. Se così fosse inviterei Giovanni Rana, persona simpaticissima peraltro, a prendere atto che l’idea dei ravioli ripieni di carbonara ha una paternità, quella di Heinz Beck, che non può rivendicarla perché il copyright sulle ricette non è riconosciuto. Però, se potessi, gli suggerirei di fare almeno una telefonata, per riconoscergli che l’idea di quella ricetta è decisamente sua.

doctorwine.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Elio Mariani

Checchino dal 1887

Roma

4) Torta stracciatella

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search